POLITICA

Lacco, ancora rinforzi in pianta organica: al varo una nuova assunzione

L’ente ha indetto la procedura di selezione per un posto di istruttore amministrativo

Non conosce sosta l’operazione di rafforzamento e allargamento della pianta organica del Comune di Lacco Ameno. Stavolta l’ente di Piazza Santa Restituta ha indetto una nuova procedura selettiva, con relativa approvazione di bando di concorso per titoli ed esami, per la copertura a tempo pieno e indeterminato di un posto di Istruttore Amministrativo, categoria D. Anche tale selezione trova fondamento nella solita delibera di giunta del 26 marzo scorso con cui fu approvata la programmazione del fabbisogno di personale per il triennio 2019-2021.

Andate a vuoto le due procedure di mobilità, la giunta capitanata da Pascale aveva dato indirizzo al Segretario generale di svolgere gli adempimenti necessari per varare la nuova selezione. Di conseguenza, il responsabile degli affari demografici (appunto il Segretario dottor Ciampi) ha firmato la determina con cui viene varata la procedura col relativo bando. Quest’ultimo contiene le consuete istruzioni per l’inoltro della domanda di partecipazione, come i requisiti di ammissione, il trattamento economico e la comunicazione del diario delle prove. Queste ultime, nel caso in cui il numero dei candidati ammessi sia superiore a cinquanta, potranno prevedere lo svolgimento di una pre-selezione attraverso quiz a risposta multipla, il cui contenuto sarà tuttavia riferito non alle materie d’esame, ma ad argomenti di cultura generale. Come da prassi, tale prova servirà soltanto a scremare il numero di candidati in vista delle vere e proprie prove scritte, quindi non costituirà punteggio valido per la valutazione finale.  Saranno trenta i candidati ammessi alla prima prova scritta, la quale, come già visto nella maratona concorsuale dello scorso dicembre, potrà aver luogo nella stessa giornata della preselezione.

Anche la prima prova consisterà in quiz a risposta multipla, mentre la seconda (a cui accederanno coloro che riusciranno a conseguire il punteggio di almeno 21/30 nella prima) consisterà nello svolgimento di un atto o di un provvedimento. Infine, per coloro che anche in questo caso avranno conseguito la valutazione di 21/30, l’accesso alla prova orale. Tali prove verteranno su una serie di materie:  ordinamento istituzionale, finanziario, contabile delle Autonomie Locali; elementi di diritto costituzionale e di diritto amministrativo, principi, strumenti, regole e istituti dell’attività amministrativa; elementi di diritto civile, di diritto penale e procedura penale, con particolare riferimento ai reati contro la P.A.; disciplina del rapporto contrattuale di pubblico impiego e regime di responsabilità dei dipendenti in generale; codice di comportamento dei dipendenti pubblici; normativa sull’affidamento di contratti pubblici di forniture, servizi e lavori; conoscenza della lingua inglese; conoscenza dell’uso delle apparecchiature informatiche e delle applicazioni più diffuse; normativa in materia di privacy, trasparenza, di accesso civico e accesso generalizzato.  La valutazione dei titoli sarà effettuata dopo la seconda prova scritta e prima che si proceda alla correzione degli elaborati. La graduatoria che scaturirà al termine della prova orale, oltre a individuare il soggetto da assumere immediatamente nelle file dell’organico, avrà validità triennale.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex