ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Le Zagare apre agli alunni, festa a Casamicciola

CASAMICCIOLA TERME. Un primo traguardo o comunque un nuovo inizio. Questo è stato il significato della cerimonia di apertura del rinnovato edificio dell’ex albergo Le Zagare quale nuova sede dell’Istituto Ibsen. La struttura, dotata di uno spettacolare colpo d’occhio panoramico, ha fatto da cornice a quella che si è rapidamente trasformata in una vera festa per l’intera scuola isolana: erano infatti ospiti numerosi Dirigenti scolastici di altri Istituti (compresi il Telese e il Mattei con i Dirigenti Mario Sironi ed Enzo Siciliano)  che hanno vissuto i disagi e le difficoltà oggettive provocate dal sisma dello scorso anno, o che hanno portato la propria solidarietà scegliendo di condividere le complicazioni che inevitabilmente si sono abbattute sul sistema scolastico locale. Presenti anche le istituzioni politiche, con l’amministrazione comunale di Casamicciola pressoché al completo, dal sindaco Castagna al vice Silvitelli, dal consigliere con delega alla pubblica istruzione Nunzia Piro all’assessore Loredana Cimmino, dal responsabile dell’Ufficio tecnico Agnese Cianciarelli al Comandante della polizia municipale Giovanni Mattera. Assente invece la dottoressa Franzese, responsabile dell’Ufficio scolastico regionale, che per problemi personali non è riuscita a partecipare alla cerimonia. La mattinata è comunque trascorsa nel segno di una sia pur parziale ritrovata serenità per l’istituto presieduto dalla Dirigente Marinella Allocca, padrona di casa pronta a riannodare i fili del discorso didattico violentemente interrotto la sera del 21 agosto. Il vescovo Lagnese non c’era. In compenso Don Gaetano Pugliese ha solennizzato l’ingresso nelle nove classi della scuola primaria che frequentavano il Manzoni con la benedizione della nuova sede, poi la parola è passata al sindaco Castagna, il quale ha brevemente ripercorso le tappe del cammino verso la difficile normalità scolastica che la comunità casamicciolese sta vivendo passo dopo passo, senza dimenticare coloro che in ultima analisi hanno sopportato più di tutti i disagi dell’inverno appena trascorso: i bambini della scuola primaria, che ieri hanno intonato l’inno nazionale di Mameli insieme ai docenti e alle istituzioni. Il primo cittadino, nel ringraziare l’associazione “Itinerari” che ha accettato di condividere il plesso con l’Ibsen,  ha comunque ribadito che molto resta ancora da fare, con l’amministrazione protesa verso la risoluzione dell’emergenza scolastica,  che rimane una delle priorità per Casamicciola: «Un altro mattone verso quel ritorno alla normalità che pian piano iniziamo a vedere concretizzarsi – ha dichiarato Castagna – ma i risultati che stiamo ottenendo certo non ci inducono a cullarci sugli allori, quanto piuttosto a moltiplicare i nostri sforzi. L’obiettivo è di iniziare il nuovo anno scolastico con le criticità ancora sul tappeto finalmente risolte».  Un dono da parte dell’amministrazione ha suggellato l’importante momento: sulla mattonella incorniciata, il sindaco ha fatto incidere una frase dell’Ammiraglio Natale Proto: “L’uomo vale per i suoi sogni”, e proprio la figlia dell’Ammiraglio, Luisafrancesca, è intervenuta a spiegare i valori che il celebre padre collegava a tale frase: onestà, correttezza e lealtà alla parola data, perché anche se ciascuno di noi non riesce a realizzare interamente i propri sogni, l’importante è potersi guardare allo specchio ed essere in pace con sé stessi. La dirigente Allocca dal canto suo oltre alla comprensibile emozione è apparsa determinata nel voler restituire all’Ibsen quell’identità messa fortemente a rischio dalla scossa sismica: sogni e progetti interrotti, ma che saranno nuovamente e concretamente perseguiti: «Anche noi della scuola abbiamo fatto politica, nel senso più sublime del termine, perché vogliamo portare avanti i nostri sogni, e dare il nostro contributo alla vita dei nostri bambini». La preside ha invitato a intervenire la professoressa Silvana Ciociola, che ha donato all’Ibsen i volumi della biblioteca del proprio padre, a sua volta Preside, con l’augurio di poter costituire una vera e propria biblioteca, dell’Istituto ma anche per l’intera comunità. Anche gli altri dirigenti scolastici intervenuti hanno voluto salutare l’ingresso degli alunni nel plesso. Il preside del Liceo di Ischia Gianpietro Calise ha ricordato gli anni vissuti all’Istituto Ibsen come cruciali nella sua formazione da docente, mentre la dottoressa Lucia Monti (Istituto Scotti) da cittadina casamicciolese ha spiegato di aver vissuto con continua partecipazione le vicende dell’Istituto, offrendo da subito ospitalità alle classi rimaste senza aule e intraprendendo un percorso di gemellaggio che continuerà, ma ammettendo che un altro anno coi doppi turni comporterebbe problemi logistici e didattici enormi. La dottoressa Di Guida ha illustrato la vicinanza, fisica ma anche empatica, dell’Istituto C. Mennella con l’Ibsen, auspicando che pure il primo possa presto trovare una sede adeguata per i propri studenti. Anche la dottoressa Barbieri, dell’Istituto V. Mennella, ha espresso vicinanza alla dirigente Allocca dicendosi convinta che la scuola saprà riprendere in mano i propri sogni e perseguire la via per realizzarli.  La chiusura degli interventi è stata affidata all’avvocato Nunzia Piro, consigliere con delega alla pubblica istruzione, che ha ricordato anche i momenti più duri di confronto tra amministrazione e genitori, talvolta dolorosi ma comunque comprensibili oltre che necessari per giungere al comune risultato, ringraziando le famiglie per la pazienza nell’attendere i tempi necessari alla soluzione dei problemi. L’avvocato Piro ha anche affrontato il problema della sistemazione degli alunni delle scuole medie, spiegando le possibili alternative, che comprendono il ripristino di Villa Bellavista, ma anche dello stesso Ibsen a via Principessa Margherita: sono in corso verifiche e accertamenti sul posto da parte della stessa società che ha curato le analoghe operazioni a Le Zagare e al De Gasperi, per capire se e come procedere al recupero di un edificio che ha sempre rappresentato il cuore dell’Istituto Ibsen.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex