Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Legnini nuovo commissario, Il saluto di Schilardi ai sindaci

Il governatore in una nota ufficiale accoglie con soddisfazione l’inizio della nuova era mentre il prefetto con una lettera saluta l’isola e i sindaci del cratere: “Grazie a tutti, ho Ischia nel cuore”

Avevamo parlato chiaro, nell’edizione del nostro giornale di ieri mattina: le parole pronunciate dal commissario per la ricostruzione post sisma, Carlo Schilardi, sapevano tanto di congedo. Una sorta di “testamento”, quasi di commiato, che lasciavano intendere come l’operato del prefetto nell’attività legata alla nostra isola e nello specifico ai Comuni del cratere, fosse arrivata di fatto ai titoli di coda. Non esistono ancora atti ufficiali a riguardo ma nella giornata di ieri è arrivato un indizio che vale presumibilmente molto più di una prova, e che va a confermare una serie di rumors circolati con insistenza nei giorni scorsi. Il nuovo commissario sarà Giovanni Legnini, che nel 2016 era stato già nominato commissario per la ricostruzione nei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria che erano stati interessati da eventi sismici a far data dal 24 agosto 2016. L’investitura di Legnini, oltre a chiare e fin troppo scontate finalità politiche, ha (almeno si spera) anche l’intenzione di racchiudere tutti i processi di ricostruzione sotto un’unica cabina di regia, sempre che questo sia possibile.

Ma dicevamo dell’indizio che è quello di un comunicato stampa diffuso nel pomeriggio di ieri dalla Regione Campania e che recita testualmente quanto segue: «”Desidero esprimere complimenti ed i migliori auguri di buon lavoro a Giovanni Legnini, nominato commissario per la ricostruzione a Ischia.
Avremo modo di sviluppare piena collaborazione per attuare un piano di ricostruzione in stretto raccordo con le competenze commissariali sull’erogazione dei contributi per il ripristino del patrimonio edilizio danneggiato dal sisma. Potranno così essere accelerati gli interventi necessari per chiudere una grave emergenza e promuovere la piena ripresa delle attività economiche e sociali sull’isola. Si apre un’impegnativa e nuova fase nell’azione di ricostruzione e sviluppo d’Ischia, cui la Regione si dedicherà con impegno e pieno spirito di collaborazione con la struttura commissariale. Nei prossimi giorni programmeremo un incontro con il neo Commissario Legnini per concordare il rapido avvio del comune lavoro che ci vedrà impegnati nei prossimi mesi”». Insomma, dal governatore arrivano parole di plauso ed approvazione per la nomina di Legnini, e questo non sorprende visto che il feeling o se preferite la “scintilla” con Schilardi non è mai scattata. Non è un caso che in una nota ufficiale non solo non ci sia una riga di ringraziamento per il prefetto, ma addirittura quasi si parla di ripresa e chiusura di una fase di emergenza come se l’ex commissario non avesse combinato nulla di buono.

Intanto proprio il commissario Schilardi ha indirizzato una nota ai sindaci del cratere Giovan Battista Castagna, Giacomo Pascale e Francesco Del Deo che riportiamo integralmente: “Accingendomi a lasciare l’incarico di Commissario per la ricostruzione nei comuni dell’isola d’Ischia attinti dal terremoto dell’estate del 2017, desidero rivolgere il mio saluto più affettuoso alle SS.LL. e a quanti hanno collaborato con il Commissariato nell’assolvimento del servizio offerto alle popolazioni che hanno sofferto e soffrono ancora le conseguenze del sisma. Siamo tutti consapevoli che non sempre i cittadini possono essere completamente informati di ciò che quotidianamente si è fatto per alleviare le ferite che sono state inferte al territorio dal sisma ma, almeno a grandi linee, va ricordato che sono stati erogati o sono in istruttoria avanzata oltre 200 finanziamenti (tutti con nome e cognome) relativi ad immobili privati subito ricostruibili e che presto si potrà assumere determinazioni anche per gli edifici che ricadono nel “cratere”, atteso che risulta a buon punto l’adozione da parte della Regione del piano previsto dall’articolo 24 bis del DL. n.109/2018. Conforta ancora rilevare che i contributi alle imprese (125) sono stati tutti liquidati, mentre il quasi dimezzamento dei contributi di autonoma sistemazione (CAS) erogati alle famiglie è chiaro segnale che molte situazioni si sono normalizzate, anche se alcuni nuclei familiari, pur assistiti economicamente, continuano ad abitare provvisoriamente fuori della propria abitazione. Tutti finanziati e in alcuni casi di prossimo affidamento sono, altresì, gli interventi di recupero delle opere pubbliche danneggiate, a partire dalle scuole, mentre è stato via via superato il disagio degli studenti pendolari, traendo in fitto aule scolastiche nei rispettivi comuni di residenza. A questo punto non posso che rivolgere una parola di lode al personale comunale ordinario e straordinario e ai laboriosi e bravi tecnici in forza al commissariato, che hanno atteso e certo continueranno ad attendere in modo sempre più affinato e celere ai propri compiti; compiti la cui onerosità appare di tutta evidenza ove si tenga conto che per ogni immobile privato da ricostruire sono da esaminare la richiesta di condono edilizio, il permesso di ricostruire in sanatoria e la pratica di finanziamento pubblico. Concludo ringraziando Voi e vostro tramite la popolazione di Casamicciola, Lacco Ameno e Forio, per la vicinanza e la collaborazione offerta a chi scrive e che, con i mezzi disponibili, si è dedicato, con passione, ad assolvere ai compiti assegnatigli dal Governo della Repubblica. Con Ischia nel cuore abbraccio tutti”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x