LE OPINIONI

L’isola e quel divieto di circolazione indigesto

A Il Golfo le considerazioni a ruota libera di un cittadino che proprio non digerisce il dispositivo voluto dal sindaco Ambrosino. E parla anche di tante altre criticità

L’ ordinanza di divieto assoluto di circolazione veicolare dalle 19 alle 02.30 tutti i giorni fino a fine Agosto, a mio parere,oltre che anticostituzionale, contro i Procidani, e’ cosi dissennata e allucinante che fatico molto a usare un aggettivo più soft per descriverla appieno. E ne spiegherò le ragioni. Solo una mente diabolica può partorire un’idea cosi pazza. La prima considerazione da fare sono gli orari di inizio di inizio e fine divieto.

Mettere un divieto assoluto dalle 19 di sera e’ qualcosa di veramente repellente.

Con la gente ancora a godersi gli ultimi spicchi di sole sulla spiaggia,con gli esercizi commerciali aperti fino alle 21, solo il nostro valoroso sindaco poteva fare una scempiaggine  di tal guisa. Ma il Sindaco Ambrosino dove vive? Sulla luna? Non si rende conto che le attività commerciali e le strade sono completamente deserte?Sembra un paesaggio lunare, nemmeno i gatti si fanno vedere per strada.

Io personalmente,come mia abitudine, scendo al Porto da Piazza Olmo tutte le sere,non vedo altro che negozi vuoti. strade deserte, bar, gelaterie e altro, del tutto abbandonate a loro stessi. Ma perché tanta cecità? Io rimango allibito da questa decisione del Sindaco che, tronfio del suo assoluto egocentrismo, della sua innata incapacità di vedere oltre il proprio naso…,del suo desiderio di visibilità smodato, non si rende conto che fa danni enormi a Procida e ai procidani. Io spero vivamente che i Procidani tutti l’anno prossimo, mettono all’angolo questa persona che ha fatto solo danni a tutti.

Ne elenco solo alcuni. Ha reso la Corricella un accampamento di tavoli e sedie dando concessioni a go go. La gente quando scende alla Corricella e costretta a camminare raso banchina,con il rischio di cadere in acqua. Poi c’è la rumorosità dei natanti che approdano, immondizia dappertutto,vociare irrispettoso notturno. Uno dei posti più belli al mondo, ridotto a un ghetto. Il Sindaco, ha poi penalizzato fortemente procidani e non, restringendo di moltissimo, gli spazi che dovevano essere della utenza pubblica. Praticamente,quando vengono i turisti,sono costretti a camminare in un fazzoletto di 50 cm (vedasi di fronte al pontile degli aliscafi), invadendo la carreggiata veicolare,a rischio della propria incolumità.

Ads

Alla Chiaiolella,non ne parliamo proprio,lo spazio pubblico e .occupato,come alla Corricella,da tavoli e sedie.

Ads

Il controllo degli spazi pubblici e delle zone in concessione sono cose che il sindaco ha ignorato del tutto. E’ stato capace, inoltre, di distruggere pure Piazza dei Martiri, dove a farla da padrone sono sempre tavolini e sedie con le ulteriori concessioni clientelari. Ne potrei fare un elenco vastissimo di cose non fatte, ma non voglio spostarmi da tema del divieto. Che a mio parere è assolutamente insensato e va subito corretto.

GEPPINO PUGLIESE

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex