Statistiche
LE OPINIONI

LO DICO A IL GOLFO Poste Italiane, attenti agli interessi sui buoni fruttiferi

Caro Direttore e Cari Lettori, Come sempre non abbassiamo la guardia e siamo sempre al fianco dei cittadini! Vorrei segnalare un nuovo modus operandi di Poste Italiane in danno dei cittadini che hanno acquistato buoni fruttiferi. I titolari di buoni fruttiferi postali, serie P/Q, all’atto della riscossione del buono stanno ricevendo da Poste Italiane meno rispetto a quanto effettivamente ad essi spetta, giacchè Poste, con riferimento agli ultimi dieci anni, applica tassi di interesse più bassi in palese contrasto con quanto indicato a tergo sul buono, in modo del tutto illegittimo! I cittadini, vittime di tali violazioni, possono agire in giudizio per ottenere la tutela dei loro diritti, essendo che Poste con una semplice richiesta fa finta di nulla.

La questione ultimamente ha riguardato gli interessi degli ultimi 10 anni, ossia dal 21° al 30° anno. Infatti, sui titoli della serie in esame, spesso Poste opponeva un timbro con l’indicazione di nuovi tassi, peggiorativi rispetto a quelli indicati sul titolo originario. Il timbro tuttavia si limitava ad indicare i rendimenti per i primi 20 anni, nulla dicendo in merito ai 10 anni finali regolati invece dagli alti rendimenti indicati nella griglia stampata sul titolo originario. 

Cosa ha fatto Poste Italiane? Semplice! Ha liquidato l’ultimo decennio replicando il tasso di interesse modificato con il timbro ( ma valido solo fino al ventesimo anno). Così facendo, ha evitato di pagare ai risparmiatori i tassi molto più alti indicati sul titolo originario. Questa condotta, è stata però ritenuta arbitraria ed illegittima. Il Tribunale di Milano, con recente sentenza del 09.01.2020, sulla scia di altre recenti sentenze e pronunce dell’ABF, ha chiarito che il timbro che modifica i tassi ha efficacia per i primi 20 anni e quindi per i successivi 10 anni l’unica fonte di determinazione dei tassi è il titolo originario.

Pertanto, se si è in possesso di buoni fruttiferi postali della serie indicata, si può ottenere il pagamento di interessi molto superiori per il periodo, anche se il titolo è già stato riscosso.

Per ogni ulteriore approfondimento o confronto, potete scrivermi a: vitomazzella@hotmail.com

Ads

Cari saluti 

Ads

AVV. VITO MAZZELLA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x