CRONACA

Maltempo senza tregua, ancora scuole chiuse sull’isola

L’allerta meteo di colore arancione valida dalle 21 di ieri sera fino alla stessa ora di oggi ha indetto i sindaci isolani a firmare le ordinanze che dispongono la sospensione delle attività didattiche

E’ stata una settimana decisamente infausta quella che ci stiamo per mettere alle spalle dal punto di vista squisitamente meteorologico, che di fatto ha chiuso quella lunga “bella stagione” caratterizzata anche da un mese di ottobre e un inizio di novembre in cui le temperature erano state decisamente superiori alla media e in alcuni casi simili addirittura a quelle estive. Nella giornata di domani, infatti, resteranno nuovamente chiuse le scuole di ogni ordine e grado ubicate sul territorio dei sei Comuni isolani. A firmare le ordinanze ad hoc sono stati i sindaci di Ischia (Enzo Ferrandino), Lacco Ameno (Giacomo Pascale), Forio (Francesco Del Deo) e il commissario straordinario di Casamicciola Terme dott.ssa Calcaterra. Non si è reso alcun provvedimento da parte dei primi cittadini di Barano e Serrara Fontana Dionigi Gaudioso e Irene Iacono: nei due Comuni infatti tutti i plessi risultano già chiusi il sabato (nel Comune collinare asilo, elementari e medie, in quello montano soltanto asilo ed elementari). I singoli Comuni hanno poi adottato anche altre misure quali chiusura di cimiteri, campi sportivi (resteranno off limits quelli di Barano, Forio e Casamicciola) e parchi pubblici.

Nel primo pomeriggio di ieri era giunta l’allerta meteo della Protezione Civile, di colore arancione come quella che aveva caratterizzato la giornata di martedì che tanti disagi aveva causato soprattutto per il forte vento che tanti disagi e anche danni (su tutti il crollo del muro di via Giovanni Mazzella a Forio) aveva generato. Nel bollettino si legge tra l’altro che dalle 21 di ieri sera fino alla stessa ora di oggi “su tutta la regione, indipendentemente dalla zona, vige anche una allerta per venti forti con raffiche e mare molto agitato lungo le coste esposte. Previste precipitazioni sparse o diffuse anche a carattere di rovescio o temporale, localmente di forte intensità. A partire dal pomeriggio di domani, sabato 26 novembre, sono previsti su tutto il territorio regionale anche venti forti nord-orientali, con locali raffiche. Il mare si presenterà agitato o molto agitato. I temporali, anche di forte intensità, daranno luogo a un rischio idrogeologico, anche diffuso, con possibili frane, instabilità di versante, colate rapide di fango, caduta massi, allagamenti, esondazioni, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, scorrimento superficiale delle acque piovane nelle strade e coinvolgimento delle aree urbane depresse. La Protezione Civile della Regione Campania richiama i Sindaci alla massima attenzione. Si ricorda di attivare i Centri operativi comunali, di attuare tutte le norme previste dai piani di Protezione civile e adottare le dovute misure di mitigazione del rischio e messa in sicurezza del territorio e di tutela dei cittadini anche in considerazione delle precipitazioni dei giorni scorsi e della saturazione dei suoli. Si invitano le autorità competenti a controllare altresì la corretta tenuta del verde pubblico, nonché delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso”. Per la cronaca anche il sindaco di Procida Dino Ambrosino ha deciso di chiudere gli istituti scolastici ubicati sull’isola di Arturo.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex