Statistiche
CRONACA

Mortito e Piccola Sentinella, la relazione: «È allarme rifiuti»

Dopo le segnalazioni dei residenti, la Polizia municipale ha rilevato nelle due zone il mancato funzionamento degli “underground” deputati alla raccolta dei rifiuti, provocando l’incontrollato deposito di immondizia nei pressi delle installazioni

In alcune zone del territorio comunale non sono mai entrati in funzione gli “underground”. Parliamo di quei particolari contenitori interrati, tecnologicamente avanzati, pensati per la raccolta di ogni tipologia di rifiuto anche di grande capacità. Un sistema particolarmente funzionale in contesti urbani, in particolar modo in quartieri ad alta densità di popolazione, in città a sviluppo verticale e in luoghi di particolare pregio ambientale o architettonico. Infatti tra i suoi maggiori pregi c’è l’integrazione con l’ambiente, l’accessibilità da parte degli utenti oltre che l’ottimizzazione dei costi. Tuttavia, come abbiamo accennato in apertura, a Casamicciola tali installazioni potenzialmente risolutive per il problema dei rifiuti, in concreto non hanno mai funzionato.

Il Comando di Polizia municipale, diretto dal comandante Giovanni Mattera, ha infatti stilato una relazione di servizio inviandola al sindaco Giovan Battista Castagna, avente ad oggetto proprio tali disfunzione. In particolare, un agente della polizia municipale ha effettuato due sopralluoghi, uno nel parcheggio di via Mortito, l’altro in via Piccola Sentinella, di fronte all’Aurum hotel. In entrambi i casi, l’agente ha riportato che diversi cittadini residenti hanno segnalato, facendone oggetto di lamentele, che gli underground installati nelle due località non sono mai andati in funzione. La circostanza ha fatto sì che da anni essi siano sostanzialmente divenuti soltanto dei siti di depositi incontrollati di rifiuti. In pratica, per una sorta di imprevista eterogenesi dei fini, quello che avrebbe dovuto essere un sistema altamente efficiente per la raccolta dei rifiuti è finito per diventare una discarica a cielo aperto, con tutti i problemi conseguenti facilmente intuibili.

E il comando di Polizia municipale ha infatti allertato l’amministrazione con tanto di documentazione fotografica, in quanto vista l’ormai permanente situazione di emergenza da covid-19, il deposito incontrollato di rifiuti nelle zone in questione potrebbe aggiungere un ulteriore serio pericolo dal punto di vista delle condizioni igienico-sanitarie, senza parlare dell’indubbio pesante degrado estetico di cui soffrono le zone in questione a causa dell’accumulo di sacchi d’immondizia di vario genere. Fra l’altro, con l’avanzare della stagione estiva e il relativo progressivo aumento delle temperature, tale rischio igienico-sanitario diventerà sempre più concreto. La documentazione scaturita dai sopralluoghi, oltre che al sindaco, è stata inviata anche all’ufficio tecnico comunale e all’Amca, la società partecipata del Comune deputata alla raccolta, gestione e smaltimento dei rifiuti.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x