CRONACAPRIMO PIANO

Polifunzionale, colpo di scena: stop all’acquisto

La Città Metropolitana sospende l’acquisizione di un’altra porzione del fabbricato ubicato ad Ischia in via Morgioni da destinare a uso scolastico. Tutto nasce dall’interrogazione di un consigliere

Acquisto sospeso. La città metropolitana blocca l’iter relativo all’“Acquisto porzione di immobile da adibire ad uso scolastico da destinare alle esigenze degli istituti di istruzione secondaria superiore del Comune di Ischia”. Si tratta della interruzione dell’iter avviato con deliberazione n.235 del 22 dicembre 2022 (R.U. n. 7887 del 17.01.2023).

È bastata una interrogazione consiliare, discussaventiseiesimo punto dell’O.d.G.,nella sala delle adunanze in Santa Maria La Nova a Napoli a far emergere vizi e contraddizioni nelle procedure. Mezzogiorno di fuoco nella seduta straordinaria delConsiglio Metropolitano, ritualmente convocato.Alla seduta a partecipato il Segretario Generale Antonio Meola.

L’interrogazione di Pelliccia ravvisa l’assenza di urgenza

Massimo Pelliccia

Quando il Vicesindaco di Napoli ha concesso la parola al Consigliere Massimo Pelliccia è stato subito chiaro come quest’ultimo avesse ragione nel sollevare eccezioni al sistema intessuto per acquisire la porzione di polifunzionale e come nell’iter ci fossero evidenti lacune. Benché il fine sia nobile, non si può evitare di seguire regole e. norme. Pelliccia espone all’aula l’interrogazione ricordando che il 22 dicembre 2022 si è riunito in seduta straordinaria il Consiglio metropolitano con un punto all’ordine del giorno integrativo avente ad oggetto: “Acquisto porzione di immobile da adibire ad uso scolastico da destinare alle esigenze degli istituti di istruzione secondaria superiore del Comune di Ischia”. Pelliccia sottolinea come siano stati diversi i consiglieri metropolitani di maggioranza a ravvisare l’impellente necessità di mettere a disposizione degli istituti scolastici dell’isola ulteriori 30 aule e di procedere alla restituzione di 5 aule al Comune di Lacco Ameno, il tutto al fine di tamponare la forte criticità presente nel sistema scolastico ischitano. Con l’approvazione in Consiglio del punto integrato all’ordine del giorno è stata autorizzata l’acquisizione al patrimonio scolastico della Città Metropolitana di Napoli della porzione di immobile del Centro Polifunzionale di Via Morgione, in Ischia, da adibire alle esigenze del Liceo Statale di Ischia Il Consigliere Massimo Pelliccia ha interrogato il Sindaco Gaetano Manfredi al fine di comprendere quali siano state le ragioni che hanno spinto la maggioranza a portare in Consiglio, con procedura d’urgenza, l’acquisto di porzione di immobile da adibire ad uso scolastico da destinare alle esigenze degli istituti di istruzione secondaria superiore del Comune di Ischia, visto che le criticità evidenziate erano già ben note a Città metropolitana.

Acquisto in assenza di titoli

Ads

Nello specifico secondo il consigliere metropolitano Pelliccia “mancato cambio di categoria catastale dell’immobile; assenza dei titoli abilitativi dell’edificio; assenza di apposita deliberazione del Comune di Ischia che autorizzi specificatamente l’alienazione dell’immobile Non si comprendono le ragioni che hanno spinto la maggioranza ad accelerare sull’approvazione di tale procedura nonostante fossero ben note le problematiche che di fatto ne hanno impedito la finalizzazione. Ciò è reso ancora più grave dal carattere d’urgenza di cui tale procedura è stata rivestita, spingendo così il Consiglio metropolitano ad un assunzione di responsabilità immotivata rispetto ad un atto manchevole dei più elementari presupposti giuridico – legali La procedura avviata con l’approvazione della deliberazione n. 235 del 22/12/2022 ha avuto l’unico effetto di prolungare i tempi per una risoluzione reale della problematica, visto che nei fatti persistono ancora le carenze strutturali in materia di edilizia scolastica”.

Ads

Il neo della destinazione urbanistica non idonea

Al consigliere Pelliccia giunge la replica del Dirigente dott. Giuseppe De Angelis, il quale chiarisce come la crisi degli Istituti scolastici nell’isola d’Ischia si sia aggravata in questi ultimi anni ed in particolare dell’Istituto Alberghiero: “ Di concerto con il Commissario alla ricostruzione si sta cercando di acquisire dei nuovi immobili dove allocare gli studenti. La scelta di andare ad acquistare il Centro polifunzionale sull’isola d’Ischia nasce dopo aver espletato una serie di procedure che si sarebbero dovute concludere entro il 31 dicembre dell’esercizio finanziario e, in attesa di ricevere da parte del Comune d’Ischia tutta la documentazione, la Direzione Gare e Contratti ha fatto emergere che la destinazione urbanistica non era idonea e per evitare di indurre il Consiglio all’approvazione di un atto illegittimo si è chiesto al Comune d’Ischia di produrre tutti gli atti per il cambio di destinazione d’uso in modo tale da poter concludere l’acquisto della struttura. Quindi il problema rimane e si sta cercando anche con la collaborazione del Commissario alla ricostruzione di individuare le strutture idonee ad ospitare la platea scolastica al fine di evitare di non perdere anche i fondi del PNRR”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex