ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Polveriera Eav: Ischia e Procida in crisi

ISCHIA. Resta alta la tensione in casa Eav. Sempre inferiore alle necessità il numero degli autobus ad Ischia e le attese degli utenti del servizio pubblico sulle circa 900 fermate delle 15 linee stanno diventando sempre più lunghe. Intanto, il clima è infuocato tra l’Azienda di trasporto ed i Sindacati dopo le accuse del Presidente Umberto De Gregorio rivolte ai lavoratori dell’Impianto di Ischia. Il duro comunicato dell’Ugl ha reso ancor più incandescente il confronto e mostrato le crepe di una crisi dilagante e strisciante. «I trasferimenti dei dipendenti seguono iter legali ed è gravissimo che un Presidente accusi i dipendenti di boicottaggio senza che interessi l’Autorità Giudiziaria dei fatti  né che gli stessi vertici aziendali provvedano alle previste sanzioni. Se hanno le prove di quanto affermano, applichino i relativi provvedimenti disciplinari, ma le cause dello scarso numero di bus in strada ha altre responsabilità e vanno ricercate nel Reparto Manutenzione», attacca il Coordinamento Ugl Ischia.

«Nell’impianto di Via Michele Mazzella – fanno sapere i rappresentanti dei lavoratori – esistono responsabili che possono verificare e sottoporre il personale inadempiente a provvedimenti sanzionatori. Se ciò non avviene, evidentemente, non ci sono responsabilità di chi conduce gli autobus se essi risultano guasti. I dipendenti, purtroppo, sono vittime allo stesso modo di chi attende l’autobus alle fermate».

PROCIDA. E lo scontro s’inasprisce e coinvolge anche la vicina Isola di Procida. Una serie di fonogrammi (con a firma Ugl) hanno chiesto alla Dirigenza del Comparto Automobilistico la convocazione per risolvere la grana del nuovo capolinea procidano, dove le manovre dei bus mettono a serio rischio l’incolumità di pedoni e mezzi. Del fatto sono stati informati i Carabinieri della locale Stazione ed il Comando della Polizia Municipale. «Sempre sull’Isola di Graziella – accusano i sindacati – due conducenti fanno funzioni di meccanici e poi trasferiamo i nostri operai specializzati a Napoli a fare i controllori».

Una nuova diffida, nel frattempo, è stata inviata dall’Ugl ai responsabili del Bacino di Ischia sull’eventualità di trasferire conducenti in forza sull’isola a Procida.

REGIONE. E la crisi profonda dell’Eav di Ischia è arrivata in Regione. E’ prevista nei prossimi giorni un’audizione di De Gregorio e Sposito presso la Commissione Trasporti presieduta da Maria Grazia Di Scala che, in prima persona, ha chiesto di ascoltare per chiarimenti i due massimi dirigenti Eav.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close