CRONACA

Procida: Sicurezza stradale, una priorità per l’isola

Oltre ad ogni iniziativa utile a garantire la sicurezza stradale sull’intero territorio isolano, il Consiglio d’Istituto della “Capraro” auspica la realizzazione di una campagna di sensibilizzazione da realizzare in collaborazione tra le Istituzioni e gli Istituti Scolastici dell’isola

Sul tema della sicurezza stradale sull’isola di Procida, il Consiglio dell’Istituto Comprensivo “Capraro”, presieduto dall’dott.ssa Lucia Ambrosino, nella seduta del 5 gennaio scorso, ha inviato una nota al Sindaco, al Comandante della Polizia Municipale, al Comandante della Stazione Carabinieri, al Comandante della Capitaneria di Porto e alla Dirigente dell’Istituto Superiore “F. Caracciolo – G. da Procida” tesa a sollecitare azioni adeguate e propone una campagna di sensibilizzazione in sinergia tra le agenzie educative e le Istituzioni presenti sul territorio. Nel documento si legge: “Nella giornata dello scorso 19 dicembre 2022, era stata programmata ed autorizzata un’escursione sul territorio della classe II A della Scuola primaria di codesto Istituto Comprensivo in località Chiaiolella. In virtù del tempo mite e della temperatura gradevole, gli insegnanti coinvolti nel progetto si sono, poi, determinati a raggiungere a piedi il luogo prescelto, partendo con i bambini dal plesso Capoluogo.

Purtroppo, però, verso le ore 14.30, mentre tutti insieme stavano percorrendo via Vittorio Emanuele, all’altezza del viale Cacciuttolo, una insegnante è, suo malgrado, rimasta vittima di un rovinoso incidente; ella, infatti, è stata investita da un ciclomotore che stava percorrendo a forte velocità quello stesso tratto di via Vittorio Emanuele, in direzione piazza Olmo. A seguito dell’impatto, l’insegnante è rovinata violentemente al suolo, riportando lesioni piuttosto preoccupanti, tanto che la stessa è tuttora in convalescenza ed è impossibilitata a rientrare in servizio.

È, quindi, evidente la gravità dell’episodio in sé, visto che, per come si sono svolti i fatti, ben sarebbe potuto rimanere coinvolto nell’incidente anche qualche bambino, e dove solo la prontezza e la enorme attenzione degli stessi insegnanti accompagnatori hanno evitato il peggio. Tra l’altro, negli ultimi giorni, si sono verificati anche altri incidenti, tutti dovuti al mancato rispetto dei limiti di velocità.

Il tema della sicurezza stradale su un’isola piccola come la nostra diviene, di conseguenza, più che mai attuale, anche alla luce del fatto che quanto accaduto non può e non deve limitare in alcun modo le iniziative didattiche dell’Istituto: anzi, qualunque progetto relativo alla crescita e allo sviluppo psico-fisico dei bambini e dei ragazzi deve essere giustamente incrementato, in modo tale che la didattica tradizionale possa arricchirsi di nuove e diverse modalità di elaborazione e dei contenuti dell’intero territorio, invece che limitata al solo svolgimento delle lezioni tra le mura scolastiche. Tali iniziative, allora, vanno incoraggiate con tutti gli strumenti a disposizione e soprattutto devono essere salvaguardate perché possano svolgersi non solo nella massima serenità, ma, più di ogni altra cosa, nella maggiore sicurezza possibile per salvaguardare l’incolumità di tutti i partecipanti.

Alla luce di tanto, il Consiglio dell’Istituto Comprensivo “Capraro” di Procida, auspica che le Autorità in indirizzo, in particolare il Sindaco, quale massimo rappresentante della Comunità locale, vogliano intraprendere ogni iniziativa utile a garantire la sicurezza stradale sull’intero territorio isolano, anche attraverso una programmanda campagna di sensibilizzazione da realizzare in collaborazione con gli Istituti Scolastici dell’isola.

Ads

Nel contempo, chiede di adottare, ognuno secondo le rispettive competenze, ogni provvedimento ritenuto adeguato e finalizzato ad intensificare il controllo sul territorio del rispetto dei limiti di velocità, troppo spesso non osservati dai conducenti dei ciclomotori e della miriade di velocipedi che quotidianamente attraversano le strade dell’isola, affinché, come innanzi detto, ogni progetto didattico possa svolgersi in totale sicurezza per gli studenti, ai quali deve essere assicurata la giusta serenità nel percorso educativo e di crescita personale”.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex