ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Procida tra le coste più belle d’Italia

Di Isabella Puca

 

Ischia – Si è concluso ieri mattina il progetto “I Sentieri della Narrazione” condotto dall’attore, nonché insegnante di improvvisazione teatrale, Luigi Mennella presso la scuola dell’infanzia Villa Durante. La parola d’ordine di questa giornata, e di tutto il progetto, è stata: condividere giocando!

Quello di ieri mattina, infatti, non è stato un vero e proprio spettacolo; dinanzi ai tanti genitori, parenti e amici dei bambini di Villa Durante, è stato dato vita a un gioco, con delle regole condivise, in modo da gettare le basi della recitazione. Complice la bella giornata di sole, i bambini maglietta bianca e pantaloni blu, si sono recati nel bel giardino della scuola dove dinanzi ai tanti genitori che hanno preso parte alla festa e sotto lo sguardo vigile delle loro maestre, hanno concluso tra gli applausi questo bel lavoro di gruppo.

«Il progetto – ha spiegato al Golfo Luigi Mennella – ha visto un laboratorio  configurato come un percorso di apprendimento durante il quale i bambini sono stati guidati nella costruzione di storie inedite ma anche di favole e fiabe già conosciute. Praticamente un gioco collettivo che, attraverso le varie tecniche di espressione non verbale e di una particolare attenzione alla parola “da recitare”, si è avvicinato ai piccoli partecipanti, dando vita ad un nuovo canale di comunicazione all’interno della relazione, sia con i propri compagni che con l’adulto». Per rendere tutto più semplice, il tema dominante, dunque, è stato quello delle favole così da avere un pretesto finale e dare vita a una bella festa insieme “a mamma e papà”; i bambini coinvolti hanno tra i 3 e i 5 anni. Luigi Mennella, responsabile del progetto, oltre alla formazione nel campo teatrale ricopre la figura di educatore da circa dieci anni, si è detto dapprima soddisfatto del lavoro svolto, sia in senso tecnico che sul campo più umano poiché la risposta e l’affetto dei bambini è stato tangibile dall’inizio alla fine, «un altro aspetto soddisfacente – ha dichiarato ancora Luigi – è stato il coinvolgimento e l’appoggio sposato da tutte le insegnanti della scuola Villa Durante che hanno messo, spesso, “sottosopra” la loro giornata quando c’era il progetto. Un grazie speciale va alla maestra Rosamaria Macrì la quale, oltre al fatto di apprezzare lo strumento del teatro all’interno di un percorso educativo, è sempre stata vicina al mio lavoro». Una mattina costruttiva dunque per tutti, per le insegnanti che hanno visto cimentarsi i loro piccoli alunni in un progetto ricco di fantasia, per i genitori che non si aspettavano una tale dimestichezza dinanzi a un folto pubblico e per il responsabile del progetto che ha aggiunto un nuovo tassello alla sua esperienza da attore ed educatore. Quelli che però sono usciti più arricchiti dal progetto “I sentieri della narrazione” sono stati, senza ombra di dubbio, i piccoli attori; i bambini di Villa Durante oltre ad aver lavorato con la fantasia senza tralasciare il rispetto delle regole, hanno imparato a essere più sicuri di sé grazie al gioco educativo dettato dalla narrazione. Un’esperienza, questa, che di certo porteranno con sé negli anni a venire. Come una favola, dunque, il progetto si è concluso nel migliore dei modi, come si dice sempre in questi casi, con un bel  “e vissero tutti felici e contenti”.

Ads

 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex