CRONACA

Sant’Anna 2021, riflettori sulle misure anti covid

In preparazione vari accorgimenti per tutelare la salute pubblica preservando l’essenza della festa più attesa dell’estate ischitana, che torna dopo un anno di sospensione

Ritorna la festa di Sant’Anna a Ischia, e si tratta di un passo molto significativo verso il ritorno a una possibile normalità. Tuttavia non vanno dimenticate le esigenze di prevenzione sanitaria, soprattutto in un evento che attira da sempre migliaia di persone in determinati spazi del borgo storico di Ischia Ponte. E se di primo acchito le norme anti-covid sembrano fare a pugni con la natura aggregativa della festa, l’amministrazione capitanata dal sindaco Enzo Ferrandino sta attivamente studiando e predisponendo misure e accorgimenti per preservare lo spirito, l’essenza e la tradizione di Sant’Anna, coniugandole con le ormai irrinunciabili esigenze di sicurezza sanitaria.

Si sono già svolti alcuni tavoli tecnici tra amministrazione, direzione artistica e forze dell’ordine, per mettere a punto i presupposti per consentire lo svolgimento dell’evento riducendo al minimo i rischi di assembramento che favorirebbero le possibilità di contagi. Dunque il programma e le attività collegate alla festa saranno predisposte tenendo costantemente conto di tali necessità. In concreto, si pensa ad allestire aree nelle quali gli avventori potranno assistere alla festa stando seduti, quindi favorendo al massimo il rispetto delle distanze fisiche previste dalle norme anticontagio. In preparazione vi sono anche altre misure, come ad esempio alcune limitazioni di orario di accesso al pontile: insomma, si cercherà di coniugare il più possibile lo spettacolo tradizionale con gli accorgimenti di tutela della salute pubblica. La festa di Sant’Anna, sin dalla sua nascita agli inizi degli anni ’30, era stata sospesa soltanto durante gli anni della seconda guerra mondiale. Lo stop del 2020 è stato quindi a suo modo un evento, seppure in negativo, che la comunità isolana sta cercando di superare al meglio: comprensibile quindi la grande attenzione verso il dispositivo di sicurezza da attuare tra un paio di settimane, quando andrà in scena l’ottantottesima edizione di un evento che stavolta si caricherà di speciali significati, a partire da quello della volontà di ripartenza dell’intera isola dopo la difficile esperienza della pandemia che per un anno e mezzo ha fortemente limitato ogni attività, a partire proprio dal turismo.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex