CRONACAPRIMO PIANO

Scuola, “miracolo” ischitano per la Giovanni Paolo II

L’ampliamento e la sopraelevazione del“Nuovo polo scolastico dell’infanzia vede l’approvazione del progetto definitivo con l’adozione della variante al PRG vigente. Si tratta di una vera e propria impresa, vi spieghiamo il perché

Approvato il progetto definitivo con la adozione della variante al PRG vigente per il  “Nuovo polo scolastico dell’infanzia Giovanni Paolo II”, un altro tassello importantissimo per l’edilizia scolastica isolana si compie. Quasi un miracolo. Si tratta del Progetto di adeguamento funzionale, ampliamento e parziale sopraelevazione”. Il progetto si pone come del tutto innovativo e all’avanguardia per il panorama ischitano. Non è stata un’impresa da poco quella degli uffici del sindaco Enzo Ferrandino che a breve potrà godersi i frutti del suo lavoro innovatore. 

A tracciare il quadro del procedimento ischitano il Dirigente, Ing. Pasquale Gaudino della Città Metropolitana di Napoli che,rese alcune considerazioni e censure ritenute di mero indirizzo “collaborativo” ,ha dichiarato la summenzionata progettazione “coerente”. Ma entriamo nel dettaglio. 

Nello specifico come si legge agli atti provinciali “con nota acquisita al protocollo della Città Metropolitana di Napoli al R.U. n. 118919 del 26/07/2023, il Comune di Ischia ha richiesto la dichiarazione di coerenza” al progetto in questione pensato in ordine al piano di resilienza. Normativamente si attribuisce ai Comuni la piena competenza e responsabilità in merito al procedimento di formazione, adozione ed approvazione dei piani urbanistici comunali e delle loro varianti. Ma nel medesimo quadro normativo, alla Direzione Pianificazione Territoriale Metropolitana della Città Metropolitana compete l’emissione della dichiarazione di coerenza. Già nel 2019 il  Sindaco Metropolitano Luigi De Magistris si era dichiarato favorevolmente nel merito della progettazione ischitana. 

LA VARIANTE AL PRG

Il 27 aprile scorso il consiglio comunale di Ischia ha approvato il progetto definitivo relativo al “Nuovo polo scolastico dell’infanzia Giovanni Paolo II- Progetto definitivo e adozione della Variante al P.R.G. vigente” ed ha adottato la variante urbanistica. Questo in quanto il lotto oggetto d’intervento, in cui già insiste il plesso scolastico intitolato a Giovanni Paolo II, realizzato negli anni ’80 ed oggetto dell’ampliamento, ricade attualmente in Zona F5 “Verde asservito ad attrezzature di interesse collettivo” del PRG vigente, pertanto l’edificio scolastico risulta non conforme alla destinazione di Zona in cui è ubicato. La Variante semplificata adottata, quindi, prevede il cambio di zonizzazione del lotto in cui insiste la scuola da ampliare, ubicato in Via Fondo Bosso, dall’attuale Zona F5, alla Zona F6 “Attrezzature di interesse comune”.

Ads

IL PROGETTO E LE VARIANTI PER OLTRE 3 MILIONI 

Ads

Il Comune, pertanto, si è attivato per dotare la cittadinanza di un polo scolastico sicuro e munito di spazi idonei per potenziare l’offerta pedagogico-didattica, nonché fruibile come spazio aggregativo per la cittadinanza, adeguato dal punto di vista impiantistico, strutturale e del confort visivo, acustico e di qualità dell’aria.

L’intervento, per un totale da Quadro economico pari a euro 3.158.042,40, sarà finanziato con fondi ex PNRR per Decreto Ministeriale n. 343 del 02/12/2021 e prevede la demolizione e ricostruzione parziale dell’edificio esistente e l’ampliamento dello stesso. L’edificio scolastico ospiterà la scuola primavera e la scuola d’infanzia, servite dai rispettivi, con spazi condivisi per l’apprendimento e per le attività extrascolastiche ed ampi spazi esterni polifunzionali. E’ previsto che l’edificio sia utilizzabile anche al di fuori degli orari didattici, sia dagli studenti, che dalla popolazione. Questo obiettivo sarà garantito dalla presenza di vari accessi, attraverso una efficace compartimentazione degli ambienti e dalla versatilità degli spazi. Durante il periodo di chiusura della scuola, inoltre, il fabbricato potrà essere adattabile per essere utilizzato come centro civico.

L’edificio attuale è sottodimensionato rispetto al numero di alunni e di aule che ospita ed è inoltre carente dal punto di vista degli spazi collettivi e per le attività libere.

Nella relazione di progetto si specifica che per la scuola dell’infanzia costituita da 5 sezioni, si assume un parametro di 6,73 mq/alunno e di 202 mq /sezione.

DEMOLIZIONE DI CIRCA UN TERZO

Il progetto prevede la demolizione di circa 1/3 dell’edificio preesistente e la ricostruzione sulla stessa area di sedime di un corpo di fabbrica in conglomerato cementizio armato su due livelli, in aderenza alla parte conservata dell’edificio esistente, raddoppiando la superficie destinata alle attività scolastiche rispetto a quella del vecchio edificio.Anche l’area esterna consente lo svolgimento di differenti attività all’aperto e sarà attrezzata con pensiline e spazi coperti. Per quanto riguarda le Norme tecniche di attuazione del PRG relative alla Zona F6, poi, è previsto che per le Attrezzature scolastiche “l’Amministrazione comunale predisponga un piano per l’edilizia scolastica, per verificare le destinazioni del piano e il grado di fattibilità delle aree prescelte.In punta di legge “Le aree che dovessero risultare inidonee, potranno essere assimilate alla zona omogenea circostante mediante adozione di variante al piano regolatore”. Per Gaudino: “Dalla lettura della norma emergerebbe che tale “piano per l’edilizia scolastica” sia necessario per la verifica dell’idoneità delle aree libere individuate nel PRG e destinate a Zona F6; al contrario, sul lotto oggetto di intervento è già ubicato l’edificio scolastico”. Ma in ogni caso l’Ing.Pasquale Gaudio sotto line che “tale aspetto può essere chiarito in sede di approvazione della variante in Consiglio Comunale”. Cosi la città metropolitana suggerisce una serie id passaggi regolatori. 

SERVE UN CHIARIMENTO VAS

Piccole limature richieste anche per la VAS. Come si evince dal Certificato di destinazione urbanistica, l’area d’intervento ricade, inoltre, nella Rete Natura 2000 ed in particolare nella ZSC del SIC IT 8030022 “Pinete dell’isola di Ischia” ai sensi della Direttiva europea relativa alla conservazione degli Habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche. Al riguardo il Comune ha attivato la richiesta di VincA/Screening per il progetto in esame al Dirigente lo Staff tecnico-amministrativo- Valutazioni ambientali .L’area d’intervento si configura nella Carta della Natura ARPAC-ISPRA come “Centro abitato”, con caratteristiche residenziali e non interessa habitat di rilievo comunitario, il progetto è stato escluso dalla Procedura di Valutazione di incidenza appropriata, con parere della Regione Campania di valenza quinquennale.

L’area oggetto di intervento è compresa nelle  “Aree di consolidamento urbanistico e di riqualificazione ambientale”. Al riguardo, le norme di attuazione del PTC consentono gli interventi di trasformazione del territorio; pertanto, la realizzazione dell’intervento progettato risulta coerente con la proposta di PTC. Eppure nella Valutazione Ambientale Strategica (VAS) o procedimento di esclusione dalla procedura di VAS, a titolo collaborativo, Gaudino evidenzia  che nella Delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 27/04/2023 di adozione della variante non è stata espressamente dichiarata la non assoggettabilità a VAS, ma è stata prodotta « la nota di Attestazione di esclusione dalla procedura di VAS- scrive il funzionario metropolitano suggerendo-  considerata la necessità di speditezza del procedimento, si ritiene possibilee necessario dichiarare l’esclusione dall’obbligo di sottoposizione a tale procedura, richiamando la nota suddetta, in seno alla delibera di Consiglio comunale di approvazione della Variante urbanistica».

Suggerimenti di collaborazione a parte, la Variante semplificata al PRG vigente nel Comune di Ischia, adottata  per il “Nuovo polo scolastico dell’infanzia Giovanni Paolo II”,viene dichiarata da Gaudino «coerente con le strategie a scala sovracomunale ai sensi del Regolamento Regionale n.5/2011».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex