POLITICA

Scuole, gli ammessi alla gara per la progettazione del “Principe di Piemonte”

Cinque raggruppamenti d’impresa sono stati invitati a partecipare alla selezione: l’importo a base dell’appalto è di circa 165mila euro, per gli interventi all’edificio scolastico duramente colpito dal sisma

Continua la procedura di gara indetta dal Comune di Lacco Ameno per l’affidamento del servizio di architettura e ingegneria relativo alla “progettazione definitiva-esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, direzione lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, dell’intervento di miglioramento / adeguamento sismico e/o riparazione/ricostruzione dell’edificio scolastico danneggiato a seguito degli eventi sismici dell’isola d’Ischia del 21 agosto 2017 “Istituto Principe di Piemonte”. È stato pubblicato l’elenco dei soggetti che hanno fatto richiesta di invito alla procedura di gara, dei soggetti esclusi e dei soggetti che sono stati invitati a presentare offerte. Questi ultimi sono costituiti da cinque raggruppamenti temporanei d’impresa, che raccolgono diversi professionisti del Napoletano, ma anche della provincia di Caserta e di Benevento. Potevano infatti presentare istanza di partecipazione i professionisti singoli o associati, ma anche le società di ingegneria e le società di professionisti , i consorzi stabili di professionisti e di società d’ingegneria , i raggruppamenti temporanei , gli studi associati. Sono risultati esclusi altri tre raggruppamenti, e tre singole imprese.

Nell’avviso pubblicato dal Comune di Lacco Ameno, veniva stabilito che il progetto definitivo ed esecutivo dovrà identificare compiutamente i lavori da realizzare, nel rispetto dei vincoli esistenti, delle richieste delle amministrazioni coinvolte, nonché di quanto emergerà in fase di verifica e validazione. Il progetto dovrà, inoltre, contenere tutti gli elementi necessari ai fini del rilascio delle prescritte autorizzazioni ed approvazioni, il cronoprogramma delle diverse fasi attuative dell’intervento,e la quantificazione definitiva del limite di spesa per la realizzazione dell’intervento, attraverso l’utilizzo del prezzario regionale vigente o, in mancanza della corrispondente voce, da prezzari di regioni limitrofe o da altri listini ufficiali vigenti. Le somme per l’affidamento sono assegnate con fondi MIUR, giusto Decreto n.612/2018. L’importo a base di gara è pari ad € 164.900,00. I termini per lo svolgimento dell’incarico sono di quarantacinque giorni naturali e consecutivi, decorrenti dalla stipula del contratto di affidamento, esclusi i tempi per la verifica e l’approvazione delle varie fasi da parte della stazione appaltante e degli altri organi competenti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close