CRONACA

Sicurezza stradale, continua la “crociata” contro i pirati

Controlli intensi anche nella notte tra sabato e domenica, numerose le contestazioni elevate, ma resta diffusa la cattiva educazione alla guida che moltiplica i rischi, come dimostrano le segnalazioni al Comitato “La strada del buonsenso”

Continua la lotta a favore della sicurezza sulle strade dell’isola. Anche nei giorni scorsi i controlli stradali della polizia municipale di Ischia hanno interessato le principali arterie del territorio, coprendo anche le ore notturne del weekend. Il resoconto di tali controlli è stato reso noto dal sindaco Enzo Ferrandino, resoconto che testimonia l’impegno costante e crescente in questa campagna diretta a evitare che la guida pericolosa provochi nuovi incidenti, dopo quelli che hanno tristemente caratterizzato la cronaca locale anche nel recentissimo passato. Nella notte tra sabato e domenica, in particolare, sono state elevate tredici contestazioni per inosservanza limite di velocità, una patente è stata ritirata per sorpasso in curva, altre tre contestazioni a causa della revisione del veicolo scaduta, due verbali ai sensi dell’articolo 193 per la mancanza di assicurazione sui veicoli, e un’altra contestazione per fari non funzionanti.

Intanto il Comitato “La strada del buonsenso”, che domenica scorsa ha organizzato un gazebo sul corso di Forio per diffondere informazioni e volantini atti a sensibilizzare la cittadinanza sul tema, continua a segnalare situazioni ed episodi di pericolo. Un paio sono accaduti proprio ieri, dei quali è stata riportata anche la testimonianza diretta. Nel primo caso un cittadino ha spiegato di aver rischiato di essere investito sulle strisce pedonali dove si trovava insieme alla compagna e ai suoi due cagnolini: un’automobile che viaggiava a una velocità stimata di almeno 60 km/h ha improvvisamente allargato la traiettoria pur di non rispettare il diritto di precedenza dei pedoni, sfiorandoli pericolosamente a tale velocità. Un episodio inaccettabile in pieno centro cittadino. L’altra segnalazione al Comitato arriva da una mamma che aveva accompagnato suo figlio con l’auto alla scuola media Scotti di Ischia, un gesto quotidiano, avendo cura che il ragazzo camminasse sul marciapiede per raggiungere l’ingresso del plesso scolastico. Ebbene, ieri mattina ben tre motorini sfrecciavano sul marciapiede nei pressi della scuola, usandolo come corsia preferenziale: motorini che peraltro erano guidati da altri genitori che a loro volta stavano accompagnando, in questo modo, i propri figli a scuola. Un comportamento inqualificabile per una qualsiasi comunità civile, che aggiunge altri gratuiti pericoli all’incolumità pubblica, fra l’altro simboleggiando con amara ironia il fallimento del buon senso laddove proprio i genitori dovrebbero essere i primi a dare il buon esempio ai figli.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex