CRONACA

Spiaggia dell’ancora, arriva la macchina anti-olezzo

L’Evi pronta a predisporre un serbatoio di enzimi per neutralizzare i miasmi nauseabondi provenienti dall’alveo del Pio Monte

I miasmi nauseabondi che si levano dall’alveo che termina nei pressi dell’arenile davanti al Pio Monte sono diventati un problema la cui soluzione non è più rinviabile. A tale scopo l’Evi è pronto a risolvere il guaio: la società ha infatti chiesto al Comune di Casamicciola una integrazione alla precedente autorizzazione all’ “attraversamento stradale trasversale lato mare (molo di sottoflutto) per canalizzazione e alimentazione elettrica dell’impianto di neutralizzazione delle esalazioni provenienti dall’alveo Pio Monte della Misericordia”. Durante il corso dei lavori è sorta l’esigenza di realizzare un manufatto all’interno del quale saranno sistemati alcuni ausili tecnici. L’Evi ha quindi chiesto l’autorizzazione a realizzare un piccolo edificio in muratura (dimensioni 300x100x120 cm) dentro il quale verranno sistemati un vano per il misuratore idrico Evi, un serbatoio di enzimi della capacità di 200 litri, un’elettropompa, un’elettrovalvola e il quadro elettrico. Tale manufatto sarà realizzato con pareti in mattoni forati dello spessore di cm 12 e una soletta di copertura in latero cemento, con infissi di tipo scorrevole. Saranno proprio gli enzimi contenuti nel serbatoio a svolgere la funzione di eliminazione delle esalazioni fetide che spesso si levano dall’alveo che termina sul litorale a fianco della zona portuale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close