Statistiche
POLITICA

Stop ai mutui e personale per la ricostruzione, le proposte della Giannuzzi

La senatrice del Movimento 5 Stelle ha presentato due emendamenti al decreto Sostegni all’esame del parlamento nei prossimi giorni

Due emendamenti al Decreto Sostegni per i terremotati dell’isola di Ischia. A presentarli la senatrice del Movimento 5 Stelle Silvana Giannuzzi. Le due proposte prevedono di alleggerire un po’ gli oneri economici delle famiglie attraverso la sospensione dei mutui in essere per il 2021 (troppo tardi era per altro tipo di sospensioni, essendosi già in aprile) ed assicurare ai Comuni terremotati il personale addetto al disbrigo delle pratiche per la ricostruzione (il mancato rinnovo dei loro contratti alla fine dell’anno scorso ha di fatto interrotto il processo di ricostruzione dell’edilizia residenziale). «Ad alcuni – ha commentato Caterina Iacono portavoce del Meetup Beppe Grillo di Ischia – probabilmente potrà sembrare insistente il dito che continuo a puntare contro l’amministrazione di Casamicciola, ma è davanti agli occhi di tutti la sua incapacità nel gestire la ricostruzione post sisma, anche alla luce della terribile colpevolezza nell’averci traghettato fuori dallo stato di emergenza, quando ancora è tutto a terra. Ma grandi responsabilità le ha anche la struttura commissariale, tant’è che ritengo che Schilardi vada sostituito quanto prima».

«Doveroso – continua l’archietto di Casamicciola – mi è poi ricordare le tante pratiche di condono ferme e per le quali risulta impossibile avviare la costruzione “pesante”. Insomma, noi ce la stiamo mettendo tutta e continueremo ad insistere al fine di ottenere il risultato sperato, così come costante e soddisfacente fu l’impegno che mettemmo in occasione dell’emendamento approvato qualche mese fa e che permise il ristoro economico delle case condonate». A dare notizia dei due emendamenti è la stessa senatrice Silvana Giannuzzi. «Intendendo proseguire – ha detto – il mio impegno quanto più possibile in continuità con gli anni fin qui trascorsi, ho presentato, nella fattispecie, due Emendamenti al decreto legge Sostegni per i territori terremotati di Ischia, nel tentativo di colmare la scarsa attenzione ricevuta da quei Comuni negli ultimi mesi». «I comuni terremotati di Ischia – ha spiegato – vivono la duplice difficoltà di avere un’economia azzerata in questo momento (essendo a vocazione turistica) e di star ancora sperimentando in parte le conseguenze del terremoto del 2017. E purtroppo, ciononostante, quei territori sono restati tristemente esclusi dai più recenti provvedimenti di proroga e sostegno, come l’ultima legge di bilancio e il Milleproroghe di febbraio». «Gli emendamenti  puntano – spiega la pentastellata – ad alleggerire un po’ gli oneri economici delle famiglie attraverso la sospensione dei mutui in essere per il 2021 (troppo tardi era per altro tipo di sospensioni, essendosi già in aprile) e ad assicurare ai Comuni terremotati il personale addetto al disbrigo delle pratiche per la ricostruzione (il mancato rinnovo dei loro contratti alla fine dell’anno scorso ha di fatto interrotto il processo di ricostruzione dell’edilizia residenziale)».

Il testo degli emendamenti

I senatori Giannuzzi, Lannutti, Angrisani, Moronese, Mininno, Di Micco, Lezzi, Granato, Morra e La Mura hanno proposto Dopo l’articolo 30, inserire lArt. 30-bis (Assunzioni personale addetto alla ricostruzione di Ischia) che recita: «Al fine di garantire l’operatività degli uffici amministrativi addetti alla ricostruzione, i Comuni di Forio d’Ischia, Lacco Ameno e Casamicciola Terme, interessati dagli eventi sismici verificatisi il giorno 21 agosto 2017, sono autorizzati ad assumere personale, rispettivamente nel limite di 2, 4 o 8 unità per l’anno 2021, con contratti di lavoro a tempo determinato, nel rispetto dei limiti temporali di cui all’articolo 19 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81. Le assunzioni di cui al comma precedente sono autorizzate in deroga ai vincoli esenzionali di cui all’articolo 9, comma 28, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122 e di cui all’articolo 1, comma 557, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, nonché in deroga all’articolo 259, comma 6, del testo unico degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.

Agli oneri derivanti dal presente articolo, pari a euro 700.000 per l’anno 2021, si provvede a valere sulle risorse disponibili della contabilità speciale di cui all’articolo 19 del Decreto Legge 28 settembre 2018, 11. 109, convertito con modificazioni dalla L. 16 novembre 2018, n. 130». L’articolo 30bis, invece, è quello relativo alla Sospensione mutui Sisma di Ischia del 2017, che recita: «All’articolo 1, comma 733, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, le parole esercizi 2018 e 2019 sono sostituite dalle seguenti: «esercizi dal 2018 al 2021. La proposta in esame reca la sospensione dei mutui, per il 2021 per i cittadini dei Comuni di Forio d’Ischia, Lacco Ameno e Casamicciola Terme, dell’Isola di Ischia, colpiti dagli eventi sismici del 21 agosto 2017».

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x