CRONACA

Stop al green pass per gli isolani, Giaquinto: una battaglia di libertà e civiltà

Grazie a quei parlamentari che si sono fatti carico delle richieste e spero che da oggi in poi – sottolinea Giaquinto - al di là della scelta personale e rispettabile di vaccinarsi o non vaccinarsi, ci sia per gli abitanti delle isole italiane una maggiore considerazione

Venerdì scorso la Camera dei Deputati all’atto di convertire in legge il decreto del Governo sullo stato di emergenza fino al 31 marzo 2022 ha eliminato definitivamente l’obbligo di super green pass per i cittadini delle isole. Anche dall’isola di Procida si è alzata la voce di diversi cittadini che nel precedente provvedimento vedevano un atto di limitazione e discriminazione pertanto, in molti, hanno accolto con soddisfazione la decisione presa prima al Senato e poi alla Camera dei Deputati con la quale si è sancito l’abolizione dell’obbligo del super green pass per gli abitanti delle isole. Da questo punto di vista raccogliamo la riflessione di Giuseppe Giaquinto, particolarmente attivo quando si parla dei diritti dei “Figli di Procida”, che dice: “Per settimane si sono succedute aspre polemiche sui social per l’evidente discriminazione ai danni degli abitanti delle isole che a differenza degli abitanti della terraferma per spostarsi non potevano certo camminare sul mare ma utilizzare traghetti ed aliscafi. Continue sono state le proteste presso le biglietterie, dove cittadini si sono visti bloccati nel raggiungere la terraferma anche per ottenere cure mediche o effettuare interventi chirurgici con una limitazione della privacy senza precedenti e con controlli operati da personale non opportunamente e doverosamente autorizzato ed addestrato come prevedono le norme di legge. Da tutta Italia si è alzato il grido “isolani sì ma non isolati” a cui il Parlamento ha dato voce, contravvenendo le indicazioni e la volontà del Governo ed abolendo questa ingiusta e discriminante pass di accesso alla mobilità via mare.

Anche sull’isola di Procida il fronte per chiedere l’abolizione del super green pass è stato nutrito con tanti cittadini che hanno lanciato appelli e si sono rivolti anche all’autorità giudiziaria. Una battaglia di libertà e civiltà che ha visto in alcune forze politiche ed in alcuni parlamentari raccogliere la protesta e mettere “sotto” il Governo per ben due volte. Purtroppo, anche su un tema delicato come la salute ed il diritto alla mobilità, abbiamo assistito alla assoluta insensibilità del legislatore che, a tutti i livelli istituzionali, continua a non comprendere le esigenze e le necessità di chi abita su un’isola e di per sé già è uno svantaggiato per l’accesso ai servizi. Comunque, grazie a quei parlamentari che si sono fatti carico delle richieste e spero che da oggi in poi, al di là della scelta personale e rispettabile di vaccinarsi o non vaccinarsi, ci sia per gli abitanti delle isole italiane una maggiore considerazione”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Carlo

In Inghilterra sono cittadini, in Italia siete sudditi. Questa è la differenza tra una nazione libera, forte e fiera e una colonia americana.

Controllare Anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex