ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Terremoto, a Forio notificate quattro ordinanze di sgombero

Sono state notificate agli interessati, nel corso della giornata di ieri, le quattro ordinanze di inagibilità a seguito del sopraluogo speditivo effettuato dai tecnici incaricati dal Comune di Forio. Le strutture interessate dallo sgombero sono tre abitazioni alla via Baiola e la scuola materna “Aurora senza nubi”, sita in via Roma nel centro di Forio e destinata in prevalenza alle attività didattiche della scuola dell’infanzia. Le ordinanze di sgombero, firmate dal sindaco Francesco Del Deo, fanno seguito all’evento sismico del 21 agosto scorso, che ha interessato anche il Comune di Forio creando danni e lesioni ai fabbricati e mettendo in pericolo la pubblica incolumità e la sicurezza dei beni pubblici.

“Il sindaco – si legge nel documento pubblicato sull’albo pretorio – dichiara l’inagibilità degli immobili […] inibendone l’utilizzo per i proprietari, gli occupanti a qualunque titolo, nonché per chiunque vi possa accedere, sino al perdurare delle condizioni rilevate e comunque fino alla sua messa in sicurezza mediante l’esecuzione di tutte le opere necessarie”. Il primo cittadino “ordina: lo sgombero, il divieto di accesso e di utilizzo dell’edificio ai proprietari e a chi qualunque titolo occupi l’edificio in questione, nonché a chiunque altro vi possa accedere fatta eccezione per il personale espressamente autorizzato ad effettuare ulteriori verifiche tecniche qualora sussistono condizioni di sicurezza; ai proprietari, o chiunque ne abbia la disponibilità a qualunque titolo, procedano ad adottare i provvedimenti urgenti compresa l’eventuale delimitazione dell’area al fine di impedire l’accesso a chiunque; il perdurare della presente disposizione sino all’avvenuta esecuzione di tutte le opere necessarie per rendere agibile l’immobile ora dichiarato inagibile; richiede agli enti erogatori energia elettrica, gas, acqua e linea telefonica di provvedere al distacco delle utenze”.

testo e foto di Gennaro Romano

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close