CRONACA

Tra DAD e quarantena, ecco le nuove norme a scuola

Da ieri dalle elementari  alle superiori, i vaccinati e i guariti dal covid rimarranno sempre in classe mentre per i non vaccinati si dimezzano i giorni di didattica a distanza. Ed è proprio questa distinzione che non è gradita dai dirigenti scolastici perché – spiega De Rosa presidente ANP Campania- ”Pur comprendendo che bisogna procedere per step, noi siamo costretti a sobbarcarci un carico di lavoro aggiuntivo”. I docenti infatti si troveranno a dover lavorare con una parte della classe in presenza e qualche alunno invece collegato da casa a distanza. ”Sarebbe stato meglio, così come avviene per l’influenza stagionale, – dice De Rosa – trattare un positivo come ogni altro alunno malato che una volta guarito torna in classe senza doverci preoccupare di altre situazioni e distinzioni”. A rendere il quadro ancora più complesso è la posizione assunta dalle Asl che – ha affermato De Rosa – ”ci hanno detto che per ora continueranno ad applicare le regole precedenti perché non hanno notizia delle modifiche, eppure il ministero ha fugato ogni dubbio ribadendo che le regole si applicano da oggi. Speriamo che se ne rendano conto anche le Asl per non complicare una situazione che lo è già”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex