SPORT

Un Savio grande così salva il Real Forio

Una doppietta dell’immenso capitano biancoverde regala la salvezza al Real Forio, che gioca una partita da squadra vera contro la Puteolana, andando in svantaggio per poi rimontare e vincere.

Real Forio                           2

Puteolana 1902                1

Real Forio: Sollo, Fiorentino, De Luise V. (36’st Cantelli), Sannino, Iacono, Mangiapia, Trofa P. (31’st Varrella), Trofa D., De Luise M. (26’st Lombardi), Savio, Filosa. In panchina D’Errico, Boria, Ademi, Verde, Nicolella. Allenatore Mimmo Citarelli.

 Puteolana 1902: Alcolino, Canzano (14’st Caiazza), Liccardi, Della Marca (17’st Fall), Micciché (32’st Solitro), Cirillo, Vincenzi, Piccirillo, Cacciottolo (32’st De Biase), Serrano (38’st Soprano). In panchina Pezzella, Rota, Greco, Esposito. Allenatore Pasquale Matarese.

Arbitro: Alessandro Silvestri di Roma 1; assistenti Cecere e D’Anna di Caserta

Ads

Reti: 36′ pt Vincenzi (P), 11’st, 23′ rig. Savio (R)

Ads

Note: ammoniti Fiorentino, Iacono (R), Piccirillo, Spavone, Fall (P), angoli 5-4, recupero 2’pt, 8’st. Spettatori 500 circa (20 tifosi ospiti).

Il Real Forio è salvo. Anche dopo il playout aggiuntivo è stato questo il verdetto del campo, che ha visto i biancoverdi vincere per 2-1 contro la Puteolana 1902. Una partita di cuore, di testa, vinta dal Real Forio con la forza dei nervi, ma anche con la forza di un Pasquale Savio quanto mai trascinante, esagerato. Nella vittoria del Real Forio contro la Puteolana c’è tutto, il contributo di ogni elemento, dalla classe immortale del suo capitano, alla parata da campione di Francesco Sollo nel finale su De Biase. Dal piede sinistro di Peppe “Peppone” Sannino, alla grinta dei vari Fiorentino o Iacono. Dalla voglia e dallo spirito di sacrificio di Massimo De Luise e Gianluigi Mangiapia, al talento guascone di Giovanni Filosa. Tutti, si fa fatica anche a citarli, hanno dimostrato sul campo, una volta di più, la voglia di restare nella massima categoria regionale. Spazzate via le chiacchiere sugli accordi, sulle pacche sulle spalle con qualche società della terraferma. Il Real Forio si è salvato sul campo, vincendo una partita che avrebbe anche potuto pareggiare. La notizia più bella l’ha data il vice presidente Luigi Esposito al termine del match, asserendo che il titolo del Real Forio resterà a Forio.

La partita. Il primo squillo è proprio della squadra di Mimmo Citarelli, che al 6’ coglie un palo con Pasquale Trofa, classe 2003, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 9’ ci prova Vincenzi da fuori, ma Sollo è attento e para. Al 13’ contropiede della Puteolana con Serrano che poi serve Cacciottolo, ma l’azione sfuma senza guai. Al 26’ punizione dalla destra di Giovanni Filosa verso il centro dell’area, dove Massimo De Luise impatta di testa, ma non quanto servirebbe per beffare Alcolino. Al 28’ risponde ancora la Puteolana con un ottimo Serrano, che di testa prova a far male senza riuscirci. Al 36’ la Puteolana spinge sulla sinistra con Serrano, che arriva in area, impegna Sollo che è bravo a respingere finendo però per mandare il pallone sui piedi di Vincenzi, che non può sbagliare e porta in vantaggio la Puteolana. L’atmosfera di grande entusiasmo al “S. Calise” un po’ sfuma con i biancoverdi sotto nel punteggio, ma la reazione del Real Forio non si fa attendere: al 40’ Alcolino deve letteralmente togliere il pallone dalla testa di Massimo De Luise, innescato da Giovanni Filosa. Dopo due minuti di recupero, il primo tempo va in archivio.

Nella ripresa si parte con gli stessi undici del primo tempo e al 4’ la prima azione pericolosa porta sempre la firma di Trofa, ma stavolta è Davide a sfiorare la rete, con un tiro da fuori area, ben calibrato, ma troppo centrale. Al 6’ la Puteolana cerca il 2-0 e insiste dentro l’area, con una rovesciata improvvisa di Cacciottolo che prova a risolvere un batti e ribatti mancando la porta di un niente. Al minuto 11’ arriva la svolta dell’incontro: calcio d’angolo per il Real Forio, la sfiora Mangiapia, Pasquale Trofa prova a servire Savio, che di coscia devia in rete agguantando il pareggio e ringalluzzendo il pubblico, fino a quel momento piuttosto intristito. Al 17’ altro calcio piazzato di Sannino per Massimo De Luise che allunga il piedone, colpisce la palla, ma il suo tiro è fermato soltanto dalla traversa. Al 23’ Savio in azione sulla sinistra, entra in area, punta l’avversario, cerca di mandare il pallone al centro e colpisce la mano di un avversario, con il direttore di gara che non può non concedere il tiro dagli undici metri. Dal dischetto va il solito Savio, che prende la rincorsa e batte il portiere, ribaltando l’incontro. Al 25’ ancora Pasquale Savio potrebbe andare in rete, ma il suo tentativo esce di poco alla destra del portiere avversario. Al 27’ contropiede del Real Forio con Antonio Lombardi, entrato da poco, che arriva al limite dell’area e serve Pasquale Trofa, che a tu per tu con il portiere lo coglie in pieno, mancando il 3-1. Al 34’ De Biase per poco non pareggia i conti, con Sollo che compie un vero e proprio miracolo, che vale come un gol. Dopo che anche gli 8’ di recupero sono terminati, il direttore di gara si porta il fischetto alla bocca e produce il dolcissimo triplice fischio, che se per la Puteolana 1902 suona come l’inizio di un incubo, per il Real Forio significa salvezza mantenuta.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button