ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Utic salva, esulta il Cudas: servizio irrinunciabile

di Francesco Castaldi

e Sara Mattera

ISCHIA – «Apprendiamo con grande soddisfazione che il commissario Polimeni ha finalmente modificato nero su bianco il testo del Piano Ospedaliero Regionale lì dove si declassava la Cardiologia del “Rizzoli” a “centro spoke nella rete cardiologica”, sopprimendo così l’Unità di Terapia intensiva Cardiologica (Utic)». È con queste parole che il portavoce del Cudas, Antonello Impagliazzo, annuncia la decisione, da parte del commissario regionale alla Sanità Joseph Polimeni, di rivedere il tanto contestato piano ospedaliero regionale, la cui paventata ratifica aveva spinto il membri del comitato isolano ad organizzare la manifestazione svoltasi nella mattinata di venerdì lungo le strade del Comune di Ischia.

«Ora – scrive Impagliazzo – l’Utic è salva, come il Cudas aveva chiesto con forza al presidente De Luca nella sua lettera del 26 agosto scorso e come ha continuato a sollecitare in tutte queste settimane, ponendo la conferma di quel servizio salvavita, irrinunciabile per la comunità isolana, al primo posto tra le priorità della battaglia che ieri mattina ha riportato in piazza migliaia di ischitani». Ma l’aver scongiurato la definitiva soppressione dell’Unità di terapia intensiva coronarica rappresenta solo il primo step della battaglia per sanità pubblica portata avanti in questi mesi dal comitato presieduto da Gianna Napoleone. «Il primo obiettivo è stato raggiunto – sottolinea Antonello Impagliazzo – e continueremo ad impegnarci con la stessa determinazione per gli altri, altrettanto fondamentali, per garantire un’assistenza sanitaria adeguata alle esigenze della popolazione isolana e dei nostri ospiti».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close