CRONACAPRIMO PIANO

Alberghiero, l’appello di Sironi: «Basta con la carenza di aule»

Il dirigente del “V. Telese” scrive a tutte le autorità competenti lamentando ancora una volta la carenza di aule (nonostante il ricorso ai doppi turni) in vista dell’anno scolastico 2023-2024. E non nasconde rabbia e delusione: “Questa situazione dura da oltre vent’anni, è giunta l’ora di prevedere, sia pure con la necessaria programmazione, una soluzione”

E’ il racconto di un film già visto, di una storia che da anni si ripete quando ci si approssima alla fine di un anno scolastico. Di un appello che viene costantemente lanciato e che altrettanto puntualmente finisce con l’essere ignorato, nonostante si tratti di un istituto che in termini anche di preparazione al mondo del lavoro rappresenta un qualcosa di imprescindibile per una realtà a vocazione turistica. Ci risiamo, si diceva, perché ancora una volta il dirigente dell’Istituto Alberghiero “V. Telese” di Ischia ha preso carta e penna e firmato una nota avente ad oggetto “Richiesta aule anno scolastico 2023-2024”. La missiva è stata indirizzata non soltanto ai sei sindaci isolani (che la questione bene farebbero a prenderla maggiormente a cuore) ma anche all’assessore regionale alla Scuola Lucia Fortini, al direttore generale dell’ufficio scolastico regionale, al commissario per l’emergenza Giovanni Legnini, al sindaco della Città Metropolitana Gaetano Manfredi, al dirigente della direzione amministrativa scuole dell’ex provincia Giuseppe De Angelis, al consigliere metropolitano con delega all’edilizia scolastica Salvatore Cioffi.

Nel testo Mario Sironi ricorda: “L’Istituto Professionale di Stato ‘Vincenzo Telese’ rappresenta, nel panorama scolastico delle Isole di Ischia e Procida, una consolidata realtà di istruzione e formazione per tanti giovani isolani. Questo istituto forma, negli anni, giovani che si avviano ad importanti riconoscimenti. Tuttavia anche questo istituto è costretto a lottare contro l’assenza delle aule e degli spazi adeguati. Tale situazione dura da oltre venti anni senza che si sia presa nessuna decisione sul come risolvere il problema. Attualmente sono disponibili nell’edificio di via Fondobosso n. 25 aule a fronte di un fabbisogno di n. 40 aule. Questo Istituto ha da sempre adottato modelli di organizzazione oraria e degli spazi che hanno comunque consentito il raggiungimento di ottimi risultati e la crescita delle iscrizioni, adottando rotazione e doppi turni con uscita alle ore 18,40. Ma questa situazione che dura da oltre vent’anni non può durare all’infinito senza prevedere, sia pure con la necessaria programmazione, una soluzione”.

Insomma Sironi mostra il suo malcontento e lascia chiaramente intendere di essere stanco di un disinteresse manifestato dalle autorità competenti rispetto ad una problematica divenuta ormai a dir poco annosa. Poi il dirigente scolastico prosegue e conclude: “Riteniamo giusto porre, ancora una volta e facendo seguito a tutte le precedenti missive, all’attenzione di tutti, la necessità di provvedere ad individuare nuovi ed idonei spazi per garantire la crescita professionale e sociale di tanti giovani delle isole d’Ischia e Procida. La necessità di un raccordo con la vocazione turistica del territorio e della costruzione della Rete dell’Istruzione Professionale come volano per lo sviluppo economico e sociale come previsto dalla programmazione territoriale, necessita di un ragionamento complessivo sul fabbisogno edilizio scolastico, che tenga dell’andamento demografico e delle iscrizioni e che possa consentire lo sviluppo di una Offerta formativa razionale e di qualità per le isole di Ischia e Procida”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex