CULTURA & SOCIETA'

Applausi per la serata conclusiva di Artecinema

Tre serate di proiezioni ed intrattenimento per Procida Capitale

Bagno di folla per l’edizione speciale del Festival Artecinema per Procida Capitale, tenutasi da giovedì 14 luglio a sabato 16 luglio nella suggestiva location del giardino dell’Albergo La Vigna di Via Principessa Margherita, con in programma 10 documentari sui maggiori artisti, architetti e fotografi della scena internazionale, tra cui Banksy, Jan Fabre, Pablo Picasso, Marina Abramovic e Renzo Piano, che offrono al pubblico una preziosa occasione per comprendere la poetica che sottende a un’opera d’arte, per vederli al lavoro nei loro atelier e per mostrare l’evoluzione dei linguaggi dell’arte contemporanea. Partenza Giovedì 14 luglio alle 20.30 con un momento introduttivo, cui ha fatto seguito la proiezione di tre spettacoli: Roselena Ramistella – L’isola delle femmine (regia di Francesco G. Raganato, presente in sala), episodio della serie Sky Original Le Fotografe che ci porta a Gela ad indagare sulla figura della donna siciliana, Sulle tracce di Maria Lai (regia di Maddalena Bregani), un racconto circolare che inizia e termina a Ulassai, il villaggio nel cuore selvaggio della Sardegna dove Maria Lai è nata e dove è tornata a vivere negli ultimi anni della sua vita, e Banksy Most Wanted (regia di Aurélia Rouvier e Seamus Haley) documentario sull’enigmatico artista di strada.

Venerdì 15 luglio il programma ha previsto la proiezione di ben quattro spettacoli: Picasso et les photographes (regia di Mathilde Deschamps-Lotthé), a seguire Jan Fabre – Spiritual Guards (regia di Lorenzo Scurati, presente alla proiezione), Renzo Piano – Il potere dell’archivio (regia di Francesca Molteni) e Mario Botta – Architettura e memoria (regia di Francesca Molteni e Fulvio Irace). La serata finale di sabato 16 luglio ha visto in scaletta Objectif femmes (regia di Julie Martinovic e Manuelle Blanc) un documentario sulla storia della fotografia al femminile (in particolare su Sarah Moon, Jane Evelyn Atwood, Dorothée Smith e Christine Spengler). A seguire Novantatremiliardi di albe – Francesco Arena (regia di Domenico Palma, presente alla proiezione), un itinerario tra Gallura e Capri che svela il viaggio di un masso di granito rosa destinato a un’opera di Francesco Arena, a sua volta in esposizione a Procida nella mostra Sprigionarti. A chiudere la rassegna La rivoluzione siamo noi – Arte in Italia 1967/1977, (regia di Ilaria Freccia), un racconto di come l’arte italiana degli anni sessanta sia diventata espressione del cambiamento sociale e politico, complice l’apertura ad artisti del calibro di Joseph Beuys, Herman Nitsch e Marina Abramović. Artecinema è un Festival internazionale di film sull’arte contemporanea in collaborazione con lo Studio Trisorio, nato nel 1996 con l’obiettivo di contribuire alla divulgazione delle varie espressioni dell’arte, “una missione pienamente in linea con il programma di Procida Capitale Italiana della Cultura, che ha dimostrato in questi mesi quanto anche il grande pubblico possa essere coinvolto attivamente nei processi culturali mediante i linguaggi delle arti contemporanee – sottolinea Agostino Riitano, direttore di Procida 2022. Le due mostre d’arte contemporanea recentemente inaugurate, ‘SprigionArti’ – con opere di artisti di fama internazionale, da Fabre a Kentridge – e la mostra ‘The Tending of the Otherwise’, curata dalla Biennale dei giovani artisti del Mediterraneo, sono state già visitate ed apprezzate da migliaia di visitatori. Il festival è un ulteriore elemento di forza creativa che ci consente nel nostro anno da Capitale della Cultura di parlare e incontrare cittadini, di poter guardare anche lì dove normalmente non si posa lo sguardo del visitatore frettoloso. In questo senso – aggiunge – non è casuale che alcuni degli artisti che saranno raccontati dai film in programma di Artecinema corrispondano agli artisti ospiti nelle mostre”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex