Statistiche
CRONACA

Approvati quattro progetti, la ricostruzione si “muove”

E’ questo l’esito della conferenza di servizi resa nota dalla struttura commissariale. La soddisfazione di Giovanni Legnini: “Le procedure funzionano, è un segnale importante per cittadini e imprese”

La ricostruzione sull’isola di Ischia inizia a sbloccarsi: 4 progetti di recupero, miglioramento e adeguamento sismico degli edifici danneggiati sono stati approvati in Conferenza speciale dei Servizi. Interventi che si aggiungono ai due progetti approvati nelle prime due conferenze dei servizi; altri 4 saranno esaminati alla prossima seduta, quando sarà definitivamente chiarita la posizione della Soprintendenza riguardante gli immobili costruiti prima del 1945; altri 2 progetti, che riguardano edifici con abusi non condonati e per i quali si prevede la riduzione degli abusi, sono state respinti ma è stata indicata con chiarezza la procedura per la loro ripresentazione e il successivo accoglimento. Alla riunione, presieduta dal commissario Straordinario per la Ricostruzione, Giovanni Legnini, hanno partecipato, fra gli altri, il direttore generale della Regione, Romeo Gentile, il sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale , il Commissario prefettizio del Comune di Casamicciola, Simonetta Calcaterra, la Sovrintendente per l’Archeologia, le belle arti e il paesaggio per l’area metropolitana di Napoli, Teresa Cinquantaquattro.

Il prossimo 21 settembre si terrà un incontro pubblico tra i tecnici della struttura commissariale e i professionisti per chiarire il nuovo quadro normativo e gli indirizzi più recenti alla base della ricostruzione

Giovanni Legnini

In particolare, nel corso della Conferenza speciale dei Servizi, la Regione Campania ha positivamente chiarito la posizione riguardante la sospensione dei progetti , che ha contribuito a sbloccare 3 dei 4 progetti sospesi agli inizi di agosto: la sospensione dell’esame delle pratiche, in attesa dell’adozione del piano di ricostruzione, riguarderà solo gli immobili effettivamente interessati da gravi rischi idrogeologici, quindi un numero molto ridotto rispetto al totale degli immobili danneggiati dal sisma. “Esprimo soddisfazione per l’esito della Conferenza  che si colloca nel percorso del superamento della situazione di sostanziale immobilismo – ha commentato il Commissario Straordinario, Giovanni Legnini – le procedure che abbiamo messo in campo per contribuire ad accelerare la ricostruzione stanno funzionando. Si tratta di un segnale importante per i cittadini e per  tutti gli operatori coinvolti, a cominciare dai professionisti che ora possono, con maggiori certezze , progettare gli interventi di recupero degli edifici danneggiati dal sisma . Senza il loro contributo  professionale la ricostruzione non va avanti ed è per questo che ci rivolgiamo a loro sollecitandoli a presentare i progetti ”. Proprio per fugare ogni residuo dubbio, il prossimo 21 settembre si terrà un incontro pubblico tra i tecnici della struttura commissariale e i professionisti per chiarire il nuovo quadro normativo e gli indirizzi più recenti alla base della ricostruzione. Intanto ieri, nella sede di Ischia Porto, i tecnici della struttura commissariale hanno incontrato gli operatori economici per illustrare le misure introdotte dalla recente ordinanza a sostegno delle attività produttive colpite dal sisma del 2017 e guidare nella compilazione dei moduli predisposti.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex