Statistiche
CRONACA

Bando fitti, c’è il decreto della Regione

L’atto firmato dall’architetto Massimo Pinto, ecco come muoversi per beneficiare del contributo legato alla disciplina per la gestione dei contributi alla locazione e fondi morosi incolpevoli

Con apposito decreto dirigenziale firmato dall’architetto Massimo Pinto, la Giunta regionale della Campania, l’ente di Palazzo Santa Lucia di fatto ha dato il via al Bando Fitti per l’annualità 2019. Nel lungo ed articolato testo (per la cronaca tutti gli allegati sono consultabili nella home page del sito istituzionale del Comune di Casamicciola Terme), si legge tra l’altro che “con Delibera di Giunta Regionale n. 494 del 16 ottobre 2019 pubblicata sul BURC n. 68 dell’11 novembre 2019 sono state approvate le Linee Guida recanti la ‘Nuova disciplina regionale per la gestione dei contributi alla locazione, di cui alla legge 431/98 e fondi Morosi Incolpevoli di cui al D.L. 102/2013 convertito con modificazioni, della L. 124/2013 art. 6, comma 5’; b) Che la medesima delibera stabilisce di integrare il fondo dell’art. 11 della L.431/98 per l’annualità 2019 con le risorse residue non utilizzate sul Fondo Inquilini Morosi Incolpevoli periodo 2014 – 2018; c) Che, ai sensi del D.M. 31 maggio 2019, tali risorse devono essere utilizzate entro e non oltre il 30/06/2020; d) Che, ai sensi della stessa DGR 494/2019, la DG Governo del Territorio della Regione Campania è tenuta a predisporre e gestire il bando di concorso per l’erogazione dei contributi al canone di locazione di cui all’art.11 della L.431/1998 ai soggetti aventi diritto, attraverso procedura on-line sul sito web istituzionale”.

In uno degli allegati approvati contestualmente al decreto vengono anche rese note una serie di informazioni utili a chi dovesse richiedere l’agevolazione. Nello specifico si riporta quanto segue: “Per beneficiare del contributo devono ricorrere le seguenti condizioni: A. avere, unitamente al proprio nucleo familiare, i requisiti previsti dalla normativa regionale vigente per l’accesso all’edilizia residenziale pubblica; B. Titolarità, per l’anno di riferimento, di un contratto di locazione per uso abitativo relativo ad un immobile non di edilizia residenziale pubblica adibito ad abitazione principale, corrispondente alla residenza anagrafica del richiedente, regolarmente registrato ed in regola con il pagamento annuale dell’imposta di registro salvo opzione della cedolare secca, ai sensi dell’art.3 del D.lgs. 23/2011. C. presentare certificazione dalla quale risultino valore ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), valore ISE (Indicatore della Situazione Economica) e incidenza del canone annuo, al netto degli oneri accessori, sul valore ISE, calcolati ai sensi del D. Lgs. n. 109/98 e successive modificazioni ed integrazioni, rientranti entro i valori di seguito indicati: Fascia A: Valore ISE, per l’anno in corso, non superiore all’importo corrispondente a due pensioni minime I.N.P.S. pari a € 13.338,26 (tabella R1 della Circolare INPS n.122 del 27.12.2018) rispetto al quale l’incidenza del canone, al netto degli oneri accessori, sul valore ISE risulta non inferiore al 14%. Fascia B: Valore ISE, per l’anno in corso, non superiore all’importo di € 25.000,00 rispetto al quale l’incidenza del canone, al netto degli oneri accessori, sul valore ISE risulta non inferiore al 24%; D. cittadinanza: D.1 essere cittadino italiano; D.2 essere cittadino di uno Stato appartenente all’Unione Europea; D.3 essere cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione Europea, in possesso di carta di soggiorno o di permesso di soggiorno almeno biennale in corso di validità ed esercitante una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo (artt. 5, 9 e 40 D.lgs. 286/98 così come modificati dalla L. 189/2002 e smi). Il contributo di integrazione al canone di locazione, di cui all’art. 11 della Legge 431/98, non può essere cumulato con altri benefici pubblici da qualunque Ente ed in qualsiasi forma erogati a titolo di sostegno abitativo relativi allo stesso periodo temporale, compresi i contributi straordinari per gli inquilini morosi incolpevoli ed i percettori del reddito di cittadinanza; L’erogazione del contributo a favore di soggetti i cui nuclei familiari sono inseriti nelle graduatorie vigenti per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica non pregiudica in alcun modo la posizione acquisita da tali soggetti nelle suddette graduatorie. L’eventuale assegnazione dell’alloggio di edilizia residenziale pubblica è causa di decadenza dal diritto al contributo dal momento della data di disponibilità dell’alloggio; In caso di decesso, il contributo sarà assegnato al soggetto che succede nel rapporto di locazione ai sensi dell’art. 6 della Legge n. 392/1978. Qualora il soggetto richiedente abbia trasferito la propria residenza in un altro alloggio nel territorio del comune di residenza, il contributo è erogabile tenendo conto di entrambi i contratti di locazione regolarmente registrati, dei canoni riferiti ai diversi alloggi, previa verifica circa il mantenimento dei requisiti. Nel caso in cui il soggetto richiedente abbia trasferito nell’annualità 2019 la propria residenza in altro comune, il contributo sarà erogabile solo in relazione ai mesi di residenza nell’alloggio a cui si riferisce la domanda”.

Nell’allegato in questione si ricorda anche che “a pena di esclusione la domanda dovrà essere compilata e trasmessa definitivamente entro e non oltre il 13 marzo 2020 (termine perentorio). Il sistema accetterà esclusivamente le domande inviate definitivamente entro le ore 23:59:59 del giorno di scadenza per la presentazione. Per chiarimenti sulle modalità di presentazione della domanda è possibile:  telefonare al n. 081-7967073 dal lunedì al venerdì, escluso i festivi, dalle 08,00 alle 13,00;  inviare una mail alla casella: bandofitti@regione.campania.it”. Un altro spazio interessante è quello relativo alla documentazione da presentare al Comune di residenza alla quale viene dedicata una specifica sezione dove si riportano le seguenti indicazioni: “Il Comune, per l’erogazione del contributo ai soggetti selezionati dalla procedura regionale, deve acquisire la seguente documentazione per la verifica dei requisiti: a) copia del documento di identità in corso di validità del richiedente; b) copia del permesso di soggiorno/permesso CE per soggiornanti di lungo periodo (carta di soggiorno) in corso di validità (ai sensi del D.lgs. 286/1998 e ss.mm.ii.) del richiedente; c) dichiarazione resa dal richiedente, ai sensi del D.P.R. 445/2000, del possesso, unitamente al proprio nucleo familiare, dei requisiti previsti dalla normativa regionale per l’accesso all’edilizia residenziale pubblica; d) eventuale documentazione attestante il possesso dei requisiti preferenziali; e) copia del contratto di locazione regolarmente registrato; f) copia del pagamento dell’ultima registrazione valida del contratto di locazione, ove dovuto, oppure copia della raccomandata inviata dal proprietario che attesta l’adesione al nuovo regime di “cedolare secca”, nel caso non risulti dal contratto di locazione, oppure altra documentazione elaborata dall’Agenzia delle Entrate; g) attestazione ISE in corso di validità (riferita alla dichiarazione redditi 2018); h) attestazione ISEE in corso di validità (riferita alla dichiarazione redditi 2018); i) la documentazione attestante il pagamento dei canoni di locazione, relativa all’anno 2019; l) i soggetti con ISE zero devono presentare, certificazione a firma del responsabile del competente ufficio comunale, che attesta che il soggetto richiedente usufruisce di assistenza da parte dei servizi sociali del Comune oppure autocertificazione circa la fonte di sostentamento utilizzando il modulo allegato al presente bando (Modulo Dichiarazione Sostentamento)”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pietro

Salve non ho capito bene cosa bisognerebbe fare con l la lettera C per i documenti che dobbiamo consegnare al proprio comune per il BANDO AFFITTI

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x