Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Benvenuto Bernasconi, sancita la sua assunzione

DI CORRADO ROVEDA

ISCHIA. Mancava solo l’ufficialità, che è arrivata ieri. Con decreto numero 69, il comune di Ischia ha sancito di fatto l’assunzione di Antonio Bernasconi. Il sindaco Giosi Ferrandino lo ha nominato responsabile del Settore 11 con la qualifica di istruttore direttivo. Tra le mansioni che saranno ricoperte da Bernasconi ci sono Ragioneria, Bilancio, Risorse Umane, Patto di Stabilità, Società Partecipate e Patrimonio. Al dirigente spetterà anche gestire le ultime pratiche relative al Dissesto. Al professionista un contratto a tempo indeterminato part time (18 ore settimanali), in virtù del secondo posto ottenuto al concorso svolto presso il comune di Forio e alla cui graduatoria ha attinto quello di Ischia.

Ritornato a Ischia nel luglio 2007 – ebbe una parentesi come dirigente dal 1999 al 2001 – Bernasconi ha speso quasi tutta la sua carriera nella pubblica amministrazione. Nel corso degli anni ha prestato la sua professionalità ai comuni di Barano e Forio, ma tra Evi, Pegaso ed altri incarchi secondari, la sua esperienza è stata di volta in volta utilizzata da quasi tutte le amministrazioni dell’isola.

Fedelissimo di Giosi Ferrandino, con il quale ha condiviso gran parte del percorso iniziato nel 2007, nell’ultimo periodo Antonio Bernasconi sembrava essere uscito dal circolo – estremamente ristretto – di persone che godono della fiducia del primo cittadino. Fu proprio il sindaco di Ischia a lasciare intendere che qualcosa con uno dei suoi uomini di fiducia si fosse rotto quando, nell’ottobre 2014, se ne uscì in consiglio comunale con una dichiarazione («basta con il gioco delle tre carte») che, seppur non direttamente rivolta a Bernasconi, lasciò intuire che qualcosa nel rapporto tra i due si era inceppato. Qualche giorno dopo, uscì l’indiscrezione del veto del sindaco all’assunzione di Bernasconi attraverso lo scorrimento della graduatoria del comune di Forio.

Da quel momento in poi Bernasconi pare essersi allontanato sempre più dalla sfera d’influenza del primo cittadino per “sposare” la causa degli altri due Ferrandino, Enzo e Paolo. Ecco spiegato perché l’assunzione di Bernasconi al comune di Ischia si presta ad una interpretazione decisamente politica.

Ads

Fonti interne alla maggioranza suggeriscono che quella di Bernasconi (insieme alla nomina di Vittorio Pilato all’Utc) risponde all’esigenza di compattare l’attuale gruppo in consiglio comunale ed avvicinarlo a Salvatore Mazzella. In realtà le ragioni sembrano essere molto più articolate di così. Innanzitutto, c’è una chiara strategia politica dietro questa nomina come dietro le altre che verranno. È vero che il comune di Ischia è a corto di personale, ma era una questione che si sarebbe potuta tranquillamente demandare alla prossima maggioranza. Perché allora questa accelerata nelle nomine a tempo indeterminato? Mantenere pedine di fiducia all’interno del palazzo municipale consentirà a Giosi Ferrandino di continuare ad esercitare tutta la sua influenza anche quando non sarà più primo cittadino di Ischia, qualora dovesse vincere di nuovo la sua coalizione. Ma è in caso di sconfitta che si potrà cogliere il senso dell’operazione che si sta portando avanti in queste settimane. Immaginate un Domenico De Siano o un Gianluca Trani o un altro candidato qualsiasi al comune di Ischia vincere le prossime elezioni. Scenario improbabile, non impossibile. Ebbene, appena messo piede nel suo ufficio di via Iasolino, il nuovo sindaco di troverà di fronte una squadra di dirigenti assunti dal suo predecessore senza la possibilità di effettuare nuove nomine. Un sindaco senza staff, impossibilitato a nominare esperti di fiducia ed imbrigliato dalle norme e dai vincoli imposti dal patto di stabilità. Quanto durerebbe in carica? Rispondere al quesito è come vincere al superenalotto: potrebbe cambiarvi la vita.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex