Statistiche
CRONACA

Buoni spesa, da Barano l’avviso bis

Le risorse economiche non assegnate tramite il primo avviso verranno redistribuite per altri nuclei familiari colpiti dalle conseguenze dell’emergenza sanitaria

Arriva l’avviso-bis a Barano per i buoni spesa. Si tratta sempre della misura a favore di persone e nuclei familiari colpiti dagli effetti economici derivati dall’emergenza Covid-19. Dopo il primo bando, e la relativa assegnazione dei buoni, è rimasta una discreta somma nelle casse del Comune, che ha quindi deciso di diramare un nuovo avviso pubblico per distribuire tali risorse, disponendo nuovi requisiti per fare in modo che altri e diversi cittadini possano beneficiare dei buoni per le spese dei generi alimentari di prima necessità. Le domande dovranno essere presentate entro le ore 14.00 del 25 gennaio esclusivamente all’indirizzo e-mail: buonispesa@comunebarano.it , utilizzando l’apposito modello debitamente compilato e sottoscritto. Si consiglia di indicare nell’oggetto dell’email il nome ed il cognome del richiedente e la dicitura “Domanda Buoni Spesa”. Alla domanda dovrà essere allegata copia del documento di identità e del codice fiscale del richiedete e per gli stranieri non appartenenti all’Unione Europea anche copia del permesso di soggiorno in corso di validità. Naturalmente “non possono partecipare al presente bando coloro che sono risultati beneficiari dei buoni spesa in seguito alla pubblicazione dell’avviso approvato con delibera g.m. n. 115 del 04.12.2020”. L’avviso specifica inoltre anche le soglie di disponibilità economica al di sopra delle quali non si può ottenere il buono. I beneficiari potenziali sono invece divisi in sette categorie. Per quanto riguarda l’importo del buono, esso sarà da 150 euro per una persona, 300 per un nucleo di due persone, 400 euro per 3 persone e 500 euro per un nucleo da 4 persone o più.

Le risorse saranno assegnate prima a coloro che ricadono nella categoria A e solo nel caso residuino fondi, a coloro che ricadano nella categoria B. Allo stesso modo solo qualora residuino ulteriori fondi si procederà alla assegnazione a coloro che ricadano nella categoria C e così via.

Qualora le risorse economiche destinate allo scopo dovessero risultare insufficienti rispetto al numero delle richieste pervenute si riterranno escluse dall’ammissione del beneficio coloro che risultano inserite nelle categorie diverse dalla A. Inoltre, nel caso le istanze appartenenti alla categoria A superassero la disponibilità della somma assegnata al Comune di Barano d’Ischia, i buoni spesa potranno essere ridotti proporzionalmente per assicurarne il riconoscimento agli aventi diritto.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button