Statistiche
POLITICAPRIMO PIANO

Caruso, cala il sipario: sciolto il consiglio comunale a Serrara Fontana

Come annunciato in anteprima dal nostro giornale nell’edizione di ieri, sette consiglieri hanno protocollato il documento di sfiducia al primo cittadino. Alle pendici del Monte Epomeo arriverà il commissario prefettizio, l’ex sindaco spara a zero su Cesare Mattera

E’ andato tutto come avevamo annunciato in anteprima nell’edizione di ieri del nostro giornale. Ieri mattina sono state protocollate presso la casa municipale di Serrara Fontana le dimissioni presentate (e precedentemente autenticate per il tramite del notaio Fortunata Mattera) dai consiglieri comunali Umberto Di Iorio, Aniello Mattera, Roberto Iacono, Emilio Giuseppe Di Meglio, Cesare Mattera, Palma Iacono e Daniele Trofa. Tra i consiglieri di minoranza, e anche questo lo abbiamo scritto ieri, manca all’appello Tilde Trofa, che non ha voluto prendersi la briga di apporre il fatidico autografo. Il risultato è ovviamente scontato: il consiglio comunale di Serrara Fontana è sciolto e così il sindaco Rosario Caruso va a casa. Alle pendici del Monte Epomeo arriverà il commissario prefettizio, in attesa delle prossime elezioni amministrative che saranno celebrate nel prossimo autunno. Quanto accaduto è l’epilogo del terremoto che era scoppiato in quel di Serrara, con il primo cittadino che qualche tempo fa aveva revocato l’assessorato al vicesindaco e suo mentore Cesare Mattera e ad Aniello Mattera. Uno scontro feroce che inizialmente aveva lasciato la situazione in una sorta di limbo ma che poi ha portato all’implosione, se vogliamo inevitabile laddove si consideri che di fatto numeri alla mano Caruso non aveva più una maggioranza e questa rappresentava senza dubbio un’anomalia.

Nel documento i firmatari dello stesso motivano così la loro decisione: “Nella loro qualità di consiglieri comunali del Comune di Serrara Fontana, visto che il sindaco, pur consapevole di non avere più una maggioranza che lo sostiene in consiglio comunale e dunque non più in grado di governatore autonomamente il Comune, non coinvolge in alcun modo la minoranza nelle decisioni da assumere per il bene del paese (come ad esempio da ultimo sul bilancio preventivo) nonostante l’atteggiamento di responsabilità dei sottoscritti dimostrati sino ad ora, ritenendo che in questa situazione lasciare il governo del Comune a chi si limita a gestire il potere in modo personalistico in vista della prossima competizione elettorale non corrisponde al bene della comunità di Serrara Fontana e ritenendo che non vi siano più le condizioni politiche ed istituzionali per il prosieguo della consiliatura e quindi con la comune intenzione di produrre lo scioglimento del consiglio comunale, rassegnano le dimissioni dalla detta carica di consiglieri comunali di Serrara Fontana con effetto immediato e irrevocabile”.

Mentre la caduta del sindaco e di quello che rimaneva della sua amministrazione si concretizzava, Caruso dapprima elencava in un post su facebook il lavoro svolto dalla sua maggioranza e quello che andava completato, poi appresa la notizia si è lasciato andare ad un commento ovviamente non “tenero” verso i suoi avversari e soprattutto nei confronti di quello che è ormai il nemico giurato per eccellenza, ossia Cesare Mattera. Le parole di Caruso in alcuni momenti, come potete leggere a seguire, sono più taglienti di una spada: “Grazie al cane sciolto Daniele Trofa sono venuto a conoscenza che mentre io scrivevo il post lui e la signora Palma Iacono depositavano al Comune le firme per la richiesta dello scioglimento del Consiglio Comunale. Tutto ciò che ho elencato almeno fino ad ottobre sarà sospeso… provate ad immaginare quali e quanti danni hanno cagionato a Serrara Fontana. Vi invito alle ore 12 ad unirvi a noi in un lungo applauso, in piedi, un applauso a sette signori Umberto Di Iorio, Roberto Iacono, Palma Iacono, Aniello Mattera, Di Meglio Emilio Giuseppe, Daniele Trofa. IL più grande applauso, il più grande ringraziamento riservatelo al sig. CESARE Mattera.

Lui che ha sempre gridato ‘criminali’ a chi ha fatto in passato, anche sulla nostra Isola, atti del genere. Lui che anche sui giornali ha dichiarato qualche settimana fa che mai e poi mai avrebbe permesso la venuta del Commissario. Lui che ha dichiarato e dichiara di aver sempre fatto e di voler fare fino alla fine gli interessi del popolo. Lui è oggi uscito semplicemente allo scoperto. Cari concittadini il velo bianco è caduto dalla testa di Cesare Mattera. Cari concittadini questa è il triste epilogo di Cesare Mattera, oggi per non avere l’umiltà, quella che da solo si attribuisce da decenni, dj ammettere i suoi errori gravi e avremo modo, a questo punto, di elencarli uno ad uno, ha scelto la strada più facile. Per me non è un capolinea. Io cammino a testa alta. Le motivazioni le volete sapere? Non hanno posto fine ad un regime camorristico ma erano disturbati da ciò che stavamo facendo ossia opere, iniziative e progetti per la nostra Serrara Fontana. Iniziative e proposte a protocollo non ce ne sono. Ci sono, da qualche ora, 7 firme. Ho creduto e credo in Serrara Fontana. Mi auguro che la gente sappia reagire con il dovuto sdegno.

Mi auguro che i concittadini alzino la testa e giorno per giorno chiedano a loro conto di tutto ciò che da oggi non si farà. Sono orgoglioso e fiero. Ho rinunciato a fare il vicesindaco di Cesare Mattera e ho scelto la strada più difficile, oggi ho avuto la conferma che ho fatto benissimo. Oggi sono ancora più fiero. Cesare Mattera vergognati. Cesare Mattera vergognati. Cesare Mattera vergognati”. Un concetto chiaro, quest’ultimo, ribadito ed esplicato per ben tre volte che la dice lunga su come la frattura che si sia creata tra l’ormai ex sindaco ed il suo vice sia insanabile e verosimilmente vada anche oltre la politica ma finisca inevitabilmente per minare anche rapporti personali, come spesso si verifica in casi del genere. La campagna elettorale a Serrara Fontana è ben lungi dal cominciare, ma già promette scintille.

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
pioli

Sinceramente, faccio molta fatica, a sentir parlare “verso i suoi avversari politici” mi scusi la domanda, ma lei considera avversari chi ha governato insieme x venti anni, e che tutti i giornalisti ci hanno propinato x grandissimi amministratori?

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x