CRONACAPRIMO PIANO

Chi torna a casa e chi no, ecco l’ordinanza di Legnini

Questa mattina il commissario per l’Emergenza firma l’ordinanza n. 4 che recepisce gli studi dei centri di competenza attivati da Italo Giulivo: nel tardo pomeriggio, forse, la presentazione alla stampa. Il dispositivo fornirà al commissario prefettizio gli strumenti per revocare le ordinanze di allontanamento dalle abitazioni. Ma non per tutti…

Ci siamo, e siamo davanti ad un momento importante e significativo. Nella giornata di oggi, presumibilmente in tarda mattinata, il commissario per l’Emergenza post frana Giovanni Legnini firmerà la sua nuova ordinanza la n. 4 che riveste un valore decisamente pregnante. Il dispositivo – che secondo alcune indiscrezioni dovrebbe essere poi presentato alla stampa sempre nella giornata di oggi nel tardo pomeriggio con una conferenza ad hoc – va di fatto a recepire tutti gli studi dei centri di competenza che sono stati attivati da Italo Giulivo (direttore generale dei Lavori Pubblici e della Protezione Civile regionale campana) e relativi agli interventi di riduzione del rischio residuo a seguito dei drammatici eventi che lo scorso 26 novembre hanno sconvolto Casamicciola creando distruzione e morte. Di fatto dunque il nuovo provvedimento firmato da Legnini prende spunto da una serie di accurati studi che restituiscono una mappa del rischio residuo e cioè delle aree della cittadina termale dove si può abitare, dove non si può stare o dove è possibile ritornare ma soltanto rispettando una serie di prescrizioni.

Di fatto, la mappa in questione è quella che era già circolata in occasione della conferenza stampa svoltasi in Prefettura lo scorso 23 dicembre anche se di fatto la stessa ha subito delle modifiche ed è stata dettagliata in maniera leggermente diversa. L’ordinanza che firmerà oggi Giovanni Legnini di fatto servirà anche a fornire al Comune di Casamicciola ed al commissario straordinario Simonetta Calcaterra gli strumenti utili per emanare i provvedimenti di revoca di allontanamento dalle abitazioni successive alla prima allerta meteo che come si ricorderà ha portato complessivamente allo sfollamento di circa un migliaio di persone anagraficamente residente nella cittadina termale.

Ma che cosa prevede il nuovo provvedimento del commissario all’Emergenza? La buona notizia è che si torna a casa in tutta la cosiddetta fascia gialla del paese, o meglio quasi tutta: non mancano infatti alcune eccezioni in aree che presentono ancora dissesti localizzati di una entità tale da non garantire la gestibilità di una situazione di potenziale crisi. Per quanto riguarda la fascia degli immobili compresi tra Piazza Bagni e via Monte della Misericordia dovrebbe parimenti arrivare il semaforo verde ma sempre osservando una serie di prescrizioni già note: tra queste, muoversi il più possibile al piano superiore laddove l’abitazione lo consenta e non lasciare auto parcheggiate in strada. Tutto questo, naturalmente, sempre nel caso in cui dovesse scattare quell’allerta meteo che negli ultimi giorni non si è vista ma che purtroppo nel periodo invernale è un fenomeno abbastanza frequente.

Non mancano poi le dolenti note, anche se fondamentalmente sotto questo punto di vista non c’è nulla di cui meravigliarsi. Era infatti scontato che rimanesse interamente zona rossa l’area tutta del Celario e anche la zona sottostante, in parte peraltro già colpita dal sisma del 21 agosto 2017. Man mano si cercherà di “liberare” anche l’area in questione, in particolare quegli edifici non minati dalla frana e tuttora completamente agibili ma che sono alle prese con un passaggio ostruito dalla caduta di un muro di sostegno che li rende di fatto irraggiungibili. Nel frattempo ieri si sono riuniti a Palazzo Reale i sindaci che proprio con Legnini e la struttura commissariale hanno discusso di interventi di somma urgenza ed importanza capitale come la pulizia degli alvei, il ripristino delle briglie ma anche delle stesse parracine oltre alla manutenzione dei canali tombati: tutte operazioni in grado alla bisogna di regimentare il flusso delle acque.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex