ARCHIVIO 3ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5POLITICA

Colombaia, nuove nomine all’orizzonte

Si continua a lavorare, nell’ambito della Regione Campania, sul destino di Villa Colombaia di Forio. Nuove nomine e modifiche sono state apportate, nei giorni scorsi, al tavolo di lavoro istituito per fare chiarezza sulla delicata vicenda.  Come si ricorderà, un mese fa, sulle colonne di questo giornale, avevamo parlato della nomina, da parte della Giunta Regionale, guidata dal presidente Vincenzo De Luca, di un commissario ad acta, scelto tra i dirigenti e i funzionari in servizio presso la Regione, che si facesse carico di far luce, a titolo completamente gratuito, sulla effettiva situazione economica, finanziaria, patrimoniale della Fondazione della Colombaia e che relazionasse alla Direzione generale competente in materia di politiche culturali, i dati raccolti. L’obiettivo prefissato dai vertici campani, era, infatti, quello di stabilire, in tempi brevi, se vi fosse la possibilità di dar vita nuovamente all’attività della Fondazione ed ottemperare così alla volontà, manifestata negli anni passati dal sindaco di Forio, Francesco Del Deo di realizzare all’interno dell’ex residenza di Luchino Visconti una scuola internazionale di cinema. Ad essere investita dell’arduo compito di far luce sullo stato debitorio della Fondazione, sciolta – lo ricordiamo – nel 2015 dall’amministrazione di Forio a causa dell’enorme massa debitoria contratta da una precedente gestione, era stata quindi, l’avvocato Tiziana Monti alla quale è stato dato un tempo massimo di trenta giorni per portare al termine il proprio incarico.

Ebbene, l’insediamento ufficiale della Monti pare sia avvenuto lo scorso 7 Luglio, ma nonostante siano passate già alcune settimana, il responso sulla Villa Colombaia sembra essere tutt’altro che in dirittura di arrivo. Nelle scorse ore, infatti, alla nomina del sopracitato avvocato, è stata affiancata un ‘ ulteriore figura professionale. Si tratterebbe del dottor Cesare Garofalo, funzionario della Direzione Generale delle risorse finanziarie della Regione Campania e che sarà di supporto alla Monti nella valutazione dello stato debitorio della Villa Colombaia. I tempi per concludere le indagini a tal proposito, potrebbero, però, allungarsi. Difatti Garofalo, resterà fino al termine dell’incarico da commissario della Monti, o quanto meno comunque fino al 31 Dicembre 2017.  Date, quindi, le recenti modifiche apportare dalla Giunta di Vincenzo De Luca, sembrerebbe, quindi, che quest’ ultima non escluda l’eventualità che per far chiarezza sulla situazione debitoria della villa foriana, ci potrebbero volere molto più dei 30 giorni fissati inizialmente. E del resto, non c’è da stupirsi data la complessità della vicenda della Colombaia. Insomma, sotto il sole di questo Luglio, ancora nessuna novità significativa, ma anzi sembra proprio che prima di scoprire il destino della residenza di Luchino Visconti bisognerà attendere ancora parecchio.

Sara Mattera

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllare Anche

Close
Back to top button
Close