CRONACA

Concessioni ai balneari, “allarme” anche a Procida

Presso la sala consiliare incontro tra la locale Confcommercio, il sindaco Ambrosino e l’assessore alle Attività Produttive Leonardo Costagliola

Una situazione drammatica che non ha investito soltanto l’isola d’Ischia ma anche la vicina isola di Procida, con gli addetti ai lavori e le parti interessate rimaste disorientate dopo la sentenza del Consiglio di Stato che fissa come data ultima per la validità delle concessioni per i balneari al 31 dicembre 2023, prima che poi tutto vada a gara. Sull’isola di Arturo a mobilitarsi è stata in primo luogo la locale sezione della Confcommercio, guidata da Rosalinda Assante, che presso il municipio ha incontrato una rappresentanza regionale del SIB e un funzionario di Confcommercio Campania.

Al termine dell’incontro è stata diffusa una nota che riassume quanto discusso nel corso del summit: “Presso la sala consiliare del Comune di Procida, si è svolto un incontro tra l’Assessore al Turismo e alle attività produttive Leonardo Costagliola, il Sindaco Dino Ambrosino, il Presidente del Sib Campania Marcello Giocondo e il funzionario di Confcommercio Campania Marco Cantarella. L’incontro è stato fortemente voluto e organizzato dalla delegazione Confcommercio di Procida anche alla luce della recente sentenza del Consiglio di Stato sulla proroga delle concessioni balneari e per discutere su varie questioni riguardanti le polizze fideiussorie per le quali anche quest’anno alcuni concessionari stanno riscontrando difficoltà tecnico-operative. Da remoto si è anche collegato il responsabile dell’Ufficio tecnico, Architetto Gioacchino De Michele. Il Presidente Giocondo, dopo aver ben illustrato l’articolato excursus storico e la colpevole inerzia delle Istituzioni nazionali (Governi e Parlamento) che ha portato all’attuale situazione delle concessioni balneari e il grave clima di incertezza precedente e successivo alle ultime sentenze, ha sottolineato che l’evidenza pubblica sarà comunque il passaggio obbligato per il futuro ottenimento delle concessioni. Il Sib, che è il principale sindacato di categoria nazionale, si sta già muovendo per organizzare forme di protesta contro questa ultima contraddittoria e sconcertante decisione giudiziaria e a tal scopo ha convocato per il prossimo 18 Novembre una riunione nazionale allargata a tutti i presidenti regionali.

Per quanto riguarda le polizze fideiussorie, il Presidente Giocondo ha ricordato che il Sib, con apposito comunicato, ha richiamato l’attenzione degli uffici comunali sull’opportunità di richiedere espressamente ai concessionari di stipulare i contratti assicurativi con Compagnie e Istituti di credito di primaria importanza e comprovata serietà. Quale Organizzazione maggiormente rappresentativa e riconosciuta, il Sib continua a fornire ai propri associati supporto tecnico e sindacale nella scelta di garanzie valide ed efficaci e li invita a non rivolgersi a soggetti privi di affidabilità. Allo stesso tempo auspica che tutti gli Enti preposti facciano le opportune verifiche preventive sui requisiti che devono possedere i cosiddetti garanti. (es. essere iscritti nell’Elenco IVASS).

La delegazione Confcommercio di Procida ringrazia per la disponibilità sia i rappresentanti dell’Amministrazione sia, in modo particolare il Presidente Marcello Giocondo, che nonostante tutti i suoi impegni istituzionali e non, ha voluto dimostrare a Procida il suo sincero e fattivo interessamento”

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex