POLITICAPRIMO PIANO

Consiglio a Casamicciola, sui condoni è “volemose bene”

Approvata all’unanimità la proposta sui rateizzi degli oneri in materia edilizia, dunque col voto favorevole di Luigi Mennella, unico esponente dell’opposizione presente in aula

Al Capricho il mese di luglio si è chiuso con un consiglio comunale insolitamente tranquillo, visti gli standard casamicciolesi e soprattutto viste le premesse della precedente seduta. Alcuni lettori ricorderanno che il nove luglio ci fu notevole “maretta” per l’approvazione di alcuni debiti fuori bilancio, la cui trattazione fu rinviata all’assemblea di ieri. Anche stavolta erano assenti Arnaldo Ferrandino, Loredana Cimmino e Ignazio Barbieri che hanno lasciato all’architetto Luigi Mennella l’onere di rappresentare l’opposizione consiliare, mentre nella maggioranza si è registrata una sola assenza, quella del capogruppo Ciro Frallicciardi.

OK AI DEBITI FUORI BILANCIO

Il consiglio in effetti è ripreso dove era stato interrotto tre settimane fa, con l’approvazione del riconoscimento del debito fuori bilancio, derivante da un decreto ingiuntivo di 46mila euro, col contestuale atto di transazione. La votazione ha sancito l’approvazione per otto a uno, col voto contrario del consigliere Mennella, il quale è poi andato nel merito della questione, chiedendo all’amministrazione di fornire quanto prima possibile spiegazioni circa le strutture ecologiche di raccolta dei rifiuti umidi che hanno originato il debito in questione. Strutture realizzate con un contributo di 400mila euro da parte della Città Metropolitana, ma mai utilizzate.

Il secondo punto era relativo a ulteriori riconoscimenti di debiti fuori bilancio derivanti da provvedimenti giurisdizionali. Come sul precedente punto, anche stavolta è stato il segretario comunale a relazionare sul punto, spiegando le vicissitudini “tecniche” all’origine dei debiti in questione, mentre il consigliere Luigi Mennella ha espresso perplessità sulla modalità di un’unica proposta di delibera per più debiti. Il presidente del civico consesso, avvocato Nunzia Piro, ha spiegato i vantaggi di tale modalità, anche nell’ottica dell’uscita dal predissesto. Scontato l’esito: otto a uno nella votazione sull’argomento, col voto contrario dell’architetto Mennella.
L’argomento successivo in agenda era relativo alla “determinazione in ordine ai compensi legali dell’Ente in assenza di adeguato impegno di spesa. Transazione con l’avvocato S. Senese”. Anche stavolta l’esito del voto è stato il medesimo dei precedenti.

SOGET INADEGUATA?

Ads

Si è passati poi ad approvare altri punti oggetto di rinvio dello scorso consiglio, come l’appendice al contratto con la Soget spa, redatta lo scorso aprile in riferimento al contratto stipulato a dicembre 2017. Sul punto è stato chiamato a relazionare l’avvocato Carcaterra: con la sospensione della riscossione dei crediti a causa del sisma, e i mancati introiti conseguenti, la scadenza del contratto potrebbe essere prorogata al 2025 anziché al 2023, cosa che potrebbe scongiurare l’ipotesi di risolvere il contratto e procedere a un nuovo bando, cosa che la maggioranza ritiene inopportuna.

Ads

L’architetto Mennella ha invece dichiarato che, essendo il contratto stipulato dopo il sisma, la Soget non avrebbe potuto chiedere un “aggiustamento” perché, in sostanza, tale società sapeva bene a cosa andava incontro in un Comune colpito dal terremoto, laddove è prassi nelle emergenze concedere la misura della sospensione della riscossione di vari tipi di imposta. Tale negligenza, secondo Mennella, è da addebitare alla società, la quale secondo alcune risultanze emerse in altri Comuni campani probabilmente non aveva i requisiti per esercitare il servizio di riscossione. Sarebbe stato meglio procedere a un nuovo bando, cosa che il Comune è ancora in tempo a fare, secondo il consigliere di “Casamicciola sicura”. Il segretario ha accolto la richiesta di Mennella circa la verifica da compiere sui requisiti della società, poi l’assemblea ha approvato la proposta di delibera, sempre per otto a uno.

ASSESTAMENTO E SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO

Un importante adempimento da portare a termine, come prescritto dalla legge ai vari Comuni, era relativo al bilancio di previsione 2019/2021 con l’assestamento generale ai sensi dell’articolo 175, comma 8 del Testo unico degli enti locali, alla verifica della salvaguardia degli equilibri di bilancio, e dello stato di attuazione dei programmi del Comune.

Stavolta a illustrare la proposta è stata l’assessore al bilancio Fenina Senese, che ha spiegato come il Comune abbia tuttora il bilancio in pareggio. Il sindaco Castagna ha accennato alla decisione di rateizzare una serie di oneri dovuti dai cittadini in materia edilizia, settore nel quale l’amministrazione nel 2015 approvò la delibera sulla definizione agevolata delle istanze di condono. Il presidente Nunzia Piro ha proposto per il prossimo consiglio di organizzare un saluto di riconoscenza per tutti gli impiegati comunali andati in pensione nell’ultimo lustro, proposta accolta dalla civica assise. Prima di procedere alla votazione, il consigliere Luigi Mennella ha ribadito la sua richiesta di controllo analogo sulle partecipate del Comune e sulla congruità degli organici. Si è quindi passati ai voti, dove il solo contrario è stato quello dell’architetto.

UNANIMITA’ SUI RATEIZZI DEGLI ONERI DI CONDONO

Il consiglio è stato inoltre chiamato a decidere sulla proposta in materia di rateizzo dei costi di costruzione, oneri di urbanizzazione e indennità paesaggistica, oltre che in materia di diritti d’istruttoria, della legge 47/85, legge 724/94 e legge 326/2003 (cd. primo, secondo e terzo condono), con agevolazioni per chi ha la casa inagibile. Si è sviluppato un breve dibattito circa alcune precisazioni da apportare al testo del deliberato, segnalate dal consigliere Stani Senese. Successivamente, il consigliere Mennella ha proposto di esentare i cittadini dai vari oneri in relazione alle istanze di condono presentate ai sensi delle tre leggi condonistiche, visto il lungo tempo trascorso. L’idea è stata presa in seria considerazione dagli esponenti di maggioranza, col sindaco che ha chiesto al segretario di procedere a verifiche di tipo contabile anche presso la Corte dei Conti, visto che comunque il Comune verrebbe a percepire minori introiti. L’amministrazione valuterà insieme agli uffici i costi e la fattibilità dell’idea. La proposta di delibera sui rateizzi è comunque passata con l’unanimità, raccogliendo quindi anche il consenso dell’architetto Mennella. Il settimo punto riguardava l’approvazione del nuovo regolamento di contabilità, illustrato dall’assessore Fenina Senese. Anche su questo punto il consiglio ha approvato all’unanimità. L’ottavo punto concerne l’adeguamento del compenso dei componenti dell’organo di revisione economico-finanziaria ai sensi del decreto interministeriale del dicembre scorso. L’aumento scatterà dalla data odierna, anziché dal primo gennaio. Il consigliere Mennella ha ribadito la sua contrarietà, già espressa nello scorso consiglio. Dunque si è tornati nuovamente al solito computo di otto favorevoli contro uno nel voto di approvazione.

SOMME URGENZE A CUCCUFRIDDU E MONTECITO

È stato poi invertito l’ordine del giorno per la trattazione degli ultimi due punti, e l’assessore Fenina Senese ha abbandonato l’aula adducendo motivi di incompatibilità con la materia da trattare, consistente nel riconoscimento della spesa riguardante l’approvazione dei lavori di somma urgenza concernenti la “ricostruzione del muro spondale in destra orografica a monte del ponte di via Montecito e ripristino funzionale idraulico del torrente cuccufriddu dal ponte alla via Arenale”, con annessa approvazione della perizia giustificativa. La regione mise a disposizione 55mila euro per l’intervento, non ancora concluso. La proposta è stata approvato per sette voti a uno. L’ ultimo punto era relativo alla nomina dei componenti della commissione locale per il paesaggio ma su proposta del sindaco si è deciso di rinviarne la trattazione. Alle 18.40 il consiglio si è concluso, dunque ben prima del consueto orario preventivabile.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button