Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Dalle tenebre alla luce, ecco il libro di Valentino Federico

Un testo tutto da leggere che intende condividere con i lettori un percorso di vita caratterizzato dalla scoperta di una realtà diversa da quella conosciuta in età adolescenziale

di Loredana Cimmino

Sfogliando le pagine del libro Dalle tenebre alla luce di Federico Valentino e seguendo con attenzione le vicende narrate, nella mente non può che balenare un famoso verso dantesco che sembra ben sintetizzare e cogliere il senso e l’obiettivo del testo: «Fatti non foste a viver come bruti/ ma per seguir virtute e canoscenza». Valentino Federico, difatti, si descrive come «un ragazzo anelante alla verità», che intende condividere con i lettori un percorso di vita caratterizzato dalla scoperta di una realtà diversa da quella conosciuta in età adolescenziale. E così, come una sorta di moderno Odisseo bramoso di sapere, l’autore ci narra un viaggio di conoscenza che, partendo da una serie di perplessità scaturenti da certe esperienze di vita, lo conduce alla scoperta di profonde verità e arcane rivelazioni, le quali, a mano a mano, scardinano le sue convinzioni e quelle certezze trasmesse da coloro che hanno contribuito alla sua formazione.

Ogni tappa di questo percorso è associata a un luogo preciso: la terra natia, le città menzionate e i monumenti visitati fungono non solo da ambientazione alla narrazione, ma si fondono con le vicende stesse, diventando dei veri e propri attanti che mettono in moto le vicende e i dialoghi tra i personaggi.

Il viaggio descritto, dunque, segna il passaggio dalle tenebre alla luce, da un non sapere o da un sapere vago e inesatto alla conoscenza della realtà, che non viene apertamente dichiarata, ma che, seguendo il metodo maieutico socratico, scaturisce dalla riflessione sui molteplici dialoghi presenti nella seconda parte del libro.

L’approdo alla vera conoscenza, all’Itaca del sapere, implica, come più volte l’autore sottolinea, un cammino tortuoso, arduo, percorribile solo da chi è disposto a rinunciare a presunte verità fortemente radicate nella società. Tuttavia, chi decide di intraprendere questo viaggio può giungere al possesso di autentiche verità inerenti all’uomo e alla sua esistenza, svincolandosi dalle catene dell’errore e delle false credenze e realizzando, in questo modo, il medesimo atto che l’immagine della copertina del libro raffigura.

Ads

Compiamo, dunque, insieme a Valentino Federico, questo «suggestivo tuffo in un appassionato percorso di scoperte» e immergiamoci in questo mare di rivelazioni e riflessioni che l’autore ci presenta, non ergendosi come maestro o guida, ma quale uomo desideroso di conoscere il senso autentico della vita e il suo destino ultimo.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex