CRONACA

Detriti alluvionali, Pio Monte quasi liberato

Frana Ischia. Termineranno in meno di 48 ore le operazioni di rimozione di tutti i detriti, i fanghi ed i depositi alluvionali ammassati negli spazi del Complesso di proprietà dell’Ente Morale Pio Monte della Misericordia sul lungomare di Casamicciola Terme. Servirà un altro giorno di lavoro e saranno concluse le operazioni delle ditte incaricate, su piano condiviso con gli enti attuatori (Amca e Sma) dal commissario delegato giovanni Legnini all’interno dell’impianto usato come area di stoccaggio nelle primissime fasi dell’emergenza all’indomani della tragica Calamità. Il sito (con tre diversi depositi distinti in più aree del complesso) che di fatto non era adeguato agli standard previsti, sarà restituito alla proprietà che ne detiene in merito ogni azione autorizzatoria. Restano da rimuovere alcuni veicoli, la cui destinazione è comunque già stata indicata per la necessaria rottamazione, nonché la definizione della questione degli spazi all’ingresso lato nord. Qui si tratta di comprendere come e se rimuovere anche i fanghi stoccati dal 2009 e sui quali era stata realizzata un’area parcheggio ed il deposito post frana poi. Il materiale, terreni e rifiuti caratterizzati, sono stati trasferiti in discarica con la nave dedicata Agata di Medmar e le corse destinate al traghettaggio dei prodotti alluvionali. Mancano gli ultimi dettagli per poter dichiarare il “Pio Monte liberato”. Anche se nel merito non è mai detta l’ultima parola. Intanto il commissario Legnini ha avviato le ricerche per i nuovi siti di stoccaggio. A tre mesi dal disastro è di nuovo emergenza.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex