ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Di Battista fugge da Ischia per andare al ‘capezzale’ della Raggi

di Francesco CastaldiISCHIA –

È saltata la tappa isolana dell’esponente del Movimento 5 Stelle Alessandro Di Battista, che ieri sera avrebbe dovuto prendere parte a un dibattito relativo al referendum costituzionale previsto per questo autunno e sulla cui approvazione prevale il totale scetticismo del Movimento, che infatti ha promosso una serie di incontri sull’intero territorio nazionale per spiegare ai cittadini le ragioni per cui votare ‘no’.

A confermare nel primo pomeriggio di ieri il proprio improvviso forfait è stato lo stesso Di Battista, che in un breve post sulla sua pagina Facebook ha sintetizzato le motivazioni che lo hanno condotto ad assumere una scelta così drastica, che non gli ha consentito di confrontarsi con gli ischitani. «Mi dispiace tanto – esordisce l’esponente del M5S – ma ho deciso di annullare la tappa di stasera ad Ischia del #CostituzioneCoastToCoast. Ci sono problemi a Roma ed è meglio tornare. Mi sono impegnato tanto in questo tour. Ce l’ho messa tutta. Spero di poter risolvere già stasera alcune questioni per poter dare l’appuntamento con i “motociclisti” domani pomeriggio per andare tutti insieme la sera in piazza a Nettuno e chiudere il tour. Vi faccio sapere più tardi. A riveder le stelle! Un grazie di cuore agli attivisti di Ischia che hanno organizzato l’evento. Prometto che tornerò», conclude Di Battista.

Così come altri esponenti di spicco del Movimento fondato da Grillo e Casaleggio, anche Alessandro Di Battista ha deciso di rinunciare agli eventi pubblici e ritornare nella Capitale, e questo a causa della violenta bufera che si è scatenata negli scorsi giorni sul sindaco di Roma Virginia Raggi, e che ha inevitabilmente coinvolto anche il direttorio del M5S. La Raggi, come rivelato nella giornata di ieri dalle principali testate giornalistiche nazionali, era a conoscenza già dal mese di luglio del fascicolo aperto nella scorsa primavera dalla Procura di Roma nei confronti dell’assessore all’ambiente Paola Muraro, sulla quale pendono le accuse di abuso d’ufficio e violazione delle norme ambientali.

Al di là dell’inchiesta che vede tra i suoi protagonisti la grillina della giunta presieduta dalla Raggi, è opportuno evidenziare in questa sede che Alessandro Di Battista era presente a Ischia già lunedì, come testimoniano in maniera eloquente alcuni filmati che girano in rete, nei quali lo si vede sbarcare al molo Beverello nel pomeriggio di ieri per raggiungere la stazione centrale e far ritorno a Roma per ricongiungersi con i suoi sodali. Secondo alcune indiscrezioni trapelate nelle scorse ore l’esponente del M5S, dopo aver appreso della concomitanza tra la sua tappa e la festa di san Giovan Giuseppe della Croce, avrebbe avuto un motivo in più per lasciare l’isola e dirigersi a Roma. In fondo, appare evidente che gli ischitani avrebbero puntato certamente sui fuochi in onore del santo patrono, che ha un appeal maggiore rispetto all’incontro promosso dal Movimento 5 Stelle, che negli anni – e questo clamoroso dietrofront lo dimostra – non si è radicato con la necessaria forza sul territorio isolano.

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex