CRONACAPRIMO PIANO

E Casamicciola diventa l’ombelico del mondo

Nella cittadina termale si avvicinano le elezioni e partono le grandi manovre. Che però, nella giornata di ieri, hanno visto anche presenze “straniere” aggirarsi per l’ex Capricho e non solo

Una mattinata diversa dal solito, con l’area compresa tra la sede provvisoria del municipio (l’ex Capricho, per intenderci), Piazza Marina e Corso Luigi Manzi a Casamicciola Terme che come per incanto sono quasi diventati l’ombelico del mondo. Con la campagna elettorale che nella cittadina termale è ormai partita ed il cui esito evidentemente sta a cuore non soltanto agli stessi protagonisti della vita politica locale ma anche a chi arriva da oltre “frontiera”.

E’ un po’ il gioco della globalizzazione isolana, se ci passate il termine: in fondo anche nel 2017, quando si votò ad Ischia, sbarcarono da ogni latitudine e longitudine per seguire l’evolversi degli eventi. Ebbene nell’assolata mattinata di ieri a rompere l’ordinarietà di quella che pareva una giornata qualsiasi ci ha pensato il consigliere comunale di Ischia Gianluca Trani, che è giunto in municipio non è dato sapere se a sorpresa o dopo aver concordato qualche appuntamento. L’ex candidato a sindaco d’Ischia si è soffermato a lungo a discutere con il sindaco casamcciolese Giovan Battista Castagna: lo ha fatto in maniera appartata ma tanto da rimanere inizialmente lontano da orecchie ma non da occhi indiscreti, altrimenti di certo la sede non sarebbe stata il palazzo municipale. Almeno una ventina di minuti di discussione con il buon GB, prima che poi la chiacchierata proseguisse sul terrazzino del Capricho: a quel punto, fronte strada, inevitabile che il dibattito da quattro occhi ne vedesse impegnati almeno una decina. Ma che cosa si sono detti Trani e Castagna? Difficile dare una risposta, ma appare francamente difficile ipotizzare che l’oggetto di discussione non avesse a che fare con le imminenti elezioni amministrative in programma a fine maggio.


Blitz in municipio di Gianluca Trani, che incontra il sindaco Giovan Battista Castagna. E poi, a ora di pranzo, si “intrattiene” con un paio di esponenti della minoranza. C’è chi non gradisce l’invasione di campo, intanto nel fine settimana si aspetta l’irruzione sulla scena di Domenico De Siano…

A tal proposito, va rimarcato come il già presidente del consiglio comunale di Ischia nella stessa tarda mattinata, quando ormai tutti erano pronti a dedicarsi ai piaceri della tavola, ha avuto un incontro con altri due esponenti politici, che però stavolta sono collocati all’interno dell’area dell’attuale minoranza. Insomma, confronti bipartisan che non fanno altro che rendere ancora più ingarbugliata la matassa e riproporre l’interrogativo in tutta la sua devastante chiarezza: come mai questa improvvisa ingerenza ed invasione di campo? Trani sta forse tessendo una tela? E se così fosse, a favore di chi e perché?

Domande che presumibilmente troveranno una riposta nei prossimi giorni ma intanto l’arrivo di Trani in quel di Casamicciola ha non soltanto mosso ma anche agitato le acque. La sua presenza, infatti, oltre a non passare inosservata non è certo piaciuta a qualche fans dell’europarlamentare Giosi Ferrandino: su tutti il vulcanico Riccardo Cioffi, che con qualche espressione “colorita” ma sempre rimasta nei limiti della decenza non ha affatto nascosto di non aver gradito la presenza in municipio del politico ischitano e quello che lui ritiene un sostegno all’attuale maggioranza o addirittura al primo cittadino. Insomma, un po’ di folklore che ha comunque contribuito a rendere il clima ancora più elettrico. Tra l’altro, poco prima di dedicarsi alla minoranza, Gianluca Trani aveva incontrato sempre presso il vicino Bar Calise anche il foriano Stani Verde: ma nella circostanza, a quanto sembra, si sarebbe trattato di una pura coincidenza e non di un appuntamento tra i due concordato precedentemente.

Insomma, una mattinata decisamente diversa dal solito, come dicevamo, ma che in fondo era pure lecito attendersi. Le elezioni amministrative sono alle porte ed entro fine aprile dovranno essere consegnate le liste (meno di due mesi, giusto per capirci). E allora, al netto dell’attuale maggioranza, i riflettori sono puntati anche sull’opposizione che potrebbe puntare su un nome nuovo – ma alla fine non manca chi sostiene che Arnaldo Ferrandino proverà per la quinta volta la scalata alla poltrona di sindaco (se non è un record ci manca poco), sui grillini che starebbero seriamente pensando di scendere in campo con una propria lista. E poi attenzione, l’impressione è che – dopo aver fatto da spettatore (per quanto tutt’altro che disinteressato) nel fine settimana potrebbe irrompere sulla scena anche il senatore Domenico De Siano, pronto laddove dovesse servire a dare il suo input per la “chiusura dei giochi” dell’attuale amministrazione.

E poi resta l’incognita di Giosi Ferrandino, che come un buon “contropiedi sta” è pronto a fiondarsi negli eventuali spazi che una “difesa” poco attenta dovesse concedergli. Sarà pure una metafora calcistica, ma crediamo che abbiate compreso tutti. Insomma, di certo non ci sarà da annoiarsi.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close