Statistiche
CRONACA

Eav, troppe multe agli studenti, l’appello della preside

Sempre più ragazzi viaggiano sui bus sprovvisti di titolo di viaggio e così Lucia Monti, dirigente scolastica della Scuola Media “Scotti”, invia una circolare per scongiurare l’epidemia di “portoghesi”

Fioccano le multe sulle linee Eav dell’isola. Ad essere trovati sprovvisti dei titoli di viaggio sempre più studenti della scuola media Scotti di Ischia, così tanti che la preside Lucia Monti, dirigente scolastico della scuola secondaria di primo grado del comune capoluogo, ha preparato e diffuso, con una certa urgenza, una circolare destinata a tutti i genitori degli studenti.

“Si comunica che negli ultimi tempi i controllori dell’Eavbus sono stati costretti a elevare multe anche molto salate a danno di alunni di questa scuola perché trovati a bordo degli autobus privi di titolo di viaggio o abbonamento. Per evitare che accada ancora e che le dimenticanze, o peggio le infrazioni degli alunni, ricadano inevitabilmente sulle famiglie, a volte inconsapevoli, invito tutti i genitori – chiarisce la circolare firmata dalla preside Lucia Monti – a raccomandare ai loro figli di salire a bordo degli autobus muniti di biglietto o abbonamento per evitare multe che a conti fatti, vengono a essere superiori al costo di un abbonamento annuale”.

Questo il testo della circolare che evidenzia e accende i riflettori sull’atavico problema dei viaggiatori che usufruiscono dei mezzi pubblici sprovvisti di ticket. Un vera piaga per l’Eav. Appena qualche mese fa il presidente dell’Eav Umberto De Gregorio ricordava che almeno un passeggero su tre tende a non pagare il biglietto. Un’enormità che va contrastata con più controlli. “Almeno tre verbali al giorno è necessario emanare per contrastare il problema” diceva, e sembra che l’assidua e frequente presenza dei controllori che negli ultimi giorni stanno effettuando controlli a tappeto risponda proprio all’esigenza di diminuire e arginare il fenomeno che impoverisce il sistema dei trasporti pubblici che proverbialmente non naviga in ottime acque.

La sfilza di multe ha preoccupato non poco la preside della scuola Scotti. Per evitare che i verbali si moltiplichino nel corso dei prossimi giorni e che le famiglie si vedano arrivare a casa ingiunzioni di pagamento per multe che possono anche superare i cento euro si è corsi ai ripari con un avvertimento ufficiale. Una cifra spropositata se si pensa che l’Eav, in collaborazione con la Regione, ha inteso venire incontro alle esigenze di spostamento dei giovani studenti elaborando delle tariffe molto vantaggiose, soprattutto per quelle famiglie che hanno un ISEE che non supera i 35mila euro.

Per queste famiglie la spesa per un abbonamento è di appena 164,60 euro annuali o di 117,60 per chi può dimostrare di avere un Isee al di sotto dei 12.500 euro. Poco più di 10 euro al mese per vedersi garantito il diritto ad accedere agli autobus che effettuano nei giorni scolastici la spola per trasportare le centinaia di studenti che hanno esigenza di raggiungere la scuola media e viceversa.

Ads

Evidentemente però non tutti i ragazzi portano con sé il biglietto. Tant’è che ogni giorno non pochi studenti sono trovati sprovvisti di titolo di viaggio. Un numero di multe abbastanza alto che ha allertato anche il capo area dell’Eav Nunzio Cozzolino. Dopo aver notato il numero abbastanza alto di studenti delle scuole medie che viaggiano senza timbrare il biglietto ha preferito, prima che le multe arrivino a essere troppe e insostenibili per le economie delle famiglie ischitane, avvertire la Preside Monti, in modo da rendere presente ai genitori la situazione. Genitori che il più delle volte risultano essere anche all’oscuro delle disavventure dei propri figli.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x