CRONACA

Edilizia scolastica, cercasi immobile per il “Cristoforo Mennella”

L’amministrazione della Città Metropolitana di Napoli ha pubblicato un avviso pubblico per il reperimento di una struttura in cui ubicare la popolazione studentesca dell’istituto superiore

AAA cercasi un immobile da destinare all’istituto Cristoforo Mennella di Forio. L’anno scolastico è iniziato da poco più di un mese ed i problemi strutturali che caratterizzano da sempre alcune scuole dell’isole, soprattutto per quanto riguarda gli istituti di istruzione secondaria, purtroppo, persistono. Edifici troppo piccoli, spazi angusti ed inadeguati a rispondere alle esigenze della numerosa popolazione studentesca isolana restano, infatti, il tallone d’Achille dell’edilizia scolastica sul nostro territorio, con studenti spesso costretti ancora a dover svolgere doppi turni. Tra le scuole che per anni hanno registrato un deficit strutturale- come ormai è noto a tutti- anche il Cristoforo Mennella di Forio che seppure dallo scorso abbia tagliato un importante traguardo, non ha comunque raggiunto una stabilità completa. Dal settembre 2018, infatti, parte della popolazione studentesca è approdata nella ex sede del liceo classico di Ischia, ubicata in via Michele Mazzella, mentre alcune classi restano dislocate nella sedi di Via Matteo Verdi e di via Lavitrano, nel comune di Forio. La città metropolitana di Napoli, guidata dal sindaco Luigi De Magistris, ha quindi pubblicato nei giorni scorsi un avviso atto al reperimento di un edificio in cui poter allocare parte degli studenti del Mennella.

Le caratteristiche dell’immobile

Per rispondere alle esigenze scolastiche, la struttura ricercata dovrà rispondere ad alcuni criteri. L’immobile dovrà, infatti, essere ubicato nel Comune di Forio e dovrà avere una grandezza di almeno 3400 mq per poter ospitare un numero di 14 aule di studio più quattro speciali da destinare ai laboratori. La larghezza stimata per ciascuna aula di studio è di circa 34/40 mq mentre per quella dei laboratori si aggira intorno ai 40 e i 60 mq. Ovviamente, la struttura dovrà essere munita di adeguati servizi igienici sanitari con numero di vasi pari ad almeno uno per classe ed almeno un bagno disabili per piano, divisi per sesso; Dovrà inoltre possedere un’ area parcheggio di ampiezza tale che il rapporto tra la stessa ed il volume dell’edificio sia compreso tra 0,5/10mc e 1mq/10mc e dovrà essere dotata di una palestra coperta, con le caratteristiche richieste dalla normativa vigente in materia di edilizia scolastica o, in alternativa, di spazio esterno per attività ginniche. In caso di immobile esteso su più piani, la struttura dovrà essere munita di idoneo impianto ascensore per il superamento delle barriere architettoniche. L’immobile dovrà, infine, avere idonee certificazioni in termini di sicurezza, normative anti-incendio e collaudo.

In assenza di offerte pienamente rispondenti ai requisiti indicati al bando, la Città Metropolitana di Napoli potrà prendere in considerazione anche proposte locative atte a soddisfare indifferibili esigenze di collocazione della popolazione scolastica interessata. Tutti Gli interessati potranno presentare le proprie offerte, tramite raccomandata all’indirizzo Città Metropolitana di Napoli, Direzione Amministrativa Scuole e Programmazione Scolastica- Piazza Matteotti 1-80133 Napoli, oppure via email città metropolitana.na@pec.it entro il 4 Novembre prossimo. Ancora quindi quasi tre settimane di tempo per partecipare all’avviso pubblico. La ricerca in tal senso si prospetta certamente piuttosto ardua, ma si spera che prima o poi possa arrivare una buona notizia a riguardo.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker