Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Folla senza regole, chiusi due locali sulla Riva Destra

Cinque giorni di sospensione dell’attività sono stati comminati dalla polizia al “Riva” e al “Mojito” che ospitavano un numero esagerato di avventori violando le norme anti covid. I carabinieri identificano 147 persone e controllano 61 veicoli: tra i multati un soggetto che mentre guidava guardava una serie tv in streaming

Riecco l’estate, con quei weekend dove l’isola scoppia letteralmente di turisti, dove gli assembramenti soprattutto nei luoghi più gettonati dalla movida diventano qualcosa di incontenibile e soprattutto i controlli delle forze dell’ordine sono ancora più massicci e imponenti del solito. Ma dove, a volerla dire tutte, diventa anche difficile attenersi alle regole dopo che per un periodo anche lungo le attività commerciali non hanno lavorato e prodotto utili e adesso conseguentemente non c’è voglia di perdersi neppure un euro. Anche se questo, spesso, può portare a violare le normative anti contagio che sono tuttora in vigore, per quanto per molti sia scattato un clima ormai all’insegna del “liberi tutti”. Un rispetto delle regole che evidentemente viene meno proprio nei locali più gettonati dagli amanti della vita notturna. Nella notte tra sabato e domenica è scattato il pugno di ferro degli agenti del commissariato di polizia di Ischia, diretti dal vicequestore Maria Antonietta Ferrara. I tutori dell’ordine hanno infatti sanzionato e imposto la chiusura per cinque giorni a due locali ubicati su una Riva Destra che è davvero scoppiata come un uovo. Si tratta del “Riva” e del “Mojito”, che potranno riaprire i battenti soltanto nel prossimo fine settimana. I poliziotti sono entrati nei rispettivi esercizi commerciali ed hanno appurato che c’era un numero di persone all’interno decisamente eccessivo, un vero e proprio assembramento inconcepibile in tempi di pandemia.

Notevole è stata anche l’attività condotta dai carabinieri della Compagnia di Ischia, guidati dal capitano Angelo Pio Mitrione, che si sono avvalsi anche della collaborazione dei militari in servizio presso le Stazioni dislocate sul territorio isolano. Nell’ambito di un servizio disposto dal comando provinciale di Napoli, i carabinieri hanno identificato 147 persone e controllato 61 veicoli, elevando 15 contravvenzioni per violazione di varia natura al codice della strada, in gran parte dovute al fatto che tanti guidavano utilizzando il telefono cellulare. Ma c’è un soggetto che ha fatto di più, riuscendo letteralmente a superarsi. Parliamo di uno dei multati, che mentre era al volante si godeva una serie tv in streaming. Insomma, se non è follia questa ci manca davvero poco. Per il resto il bilancio dei controlli parla di un 45enne napoletano che è stato denunciato per violazione del foglio di via obbligatorio perché sorpreso nel porto di Casamicciola, in barba al provvedimento applicato. 2 sono stati invece i venditori ambulanti allontanati, entrambi sono stati sanzionati per esercizio abusivo del commercio e naturalmente la merce in loro possesso è stata posta sotto sequestro amministrativo. Gli uomini del capitano Mitrione hanno inoltre segnalato alla Prefettura quattro assuntori di droga, trovati in possesso di un quantitativo di stupefacenti minimo e detenuto per uso personale: si trovavano tutti nella zona del porto di Casamicciola.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x