Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Follia in albergo, cameriere aggredito e ferito con una bottigliata

E’ successo domenica sera a Ischia, l’uomo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale del Mare di Napoli e sottoposto a delicato intervento chirurgico: rischia di perdere un occhio

Una vicenda che ha dell’incredibile, un fatto di una violenza inaudita e che peraltro si è consumato all’interno di una struttura ricettiva davanti a oltre centocinquanta persone che stavano iniziando a consumare tranquillamente la cena ed hanno dovuto assistere ad una aggressione inaudita, spaventosa: roba che nemmeno nel bronx, a sentire alcuni testimoni, capita di vedere. La vittima è un cameriere impiegato presso un albergo di Ischia. Si tratta di B.B. ma la dinamica dei fatti, per la verità, è ancora tutta da accertare dal momento che le forze dell’ordine non hanno ancora potuto raccogliere la versione della vittima. A quanto sembra il dipendente della struttura avrebbe nel corso della giornata rivolto un apprezzamento ad una donna e questo avrebbe finito con l’urtare la suscettibilità di due napoletani, peraltro fratelli, che di lì a qualche ora si sarebbe trasformata in furia cieca.

Arriva il momento della cena e nella ampia sala ristorante dell’albergo sono sedute circa duecento persone. L’atmosfera è tranquilla, festosa e gioviale e non potrebbe essere altrimenti visto che parliamo di ospiti in vacanza. All’improvviso, però, si scatena l’inferno. Due uomini, un 35enne e un 37enne (fratelli, entrambi giunti a Ischia con le rispettive mogli), napoletani e già noti alle forze dell’ordine, riconoscono il cameriere e lo aggrediscono in maniera violenta. Calci, pugni, succede di tutti fino a quando il malcapitato B.B. non viene anche centrato con una bottiglia di vetro in testa. Immediatamente viene chiesto l’intervento delle forze dell’ordine e dell’ambulanza del 118 che presta i primi soccorsi al cameriere che nel frattempo ha perso parecchio sangue. Le condizioni della vittima del pestaggio appaiono subito preoccupanti e non a caso la stessa viene trasportata in primis all’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno e successivamente condotto in elicottero all’Ospedale del Mare per essere sottoposto a un intervento chirurgico d’urgenza. Le sue condizioni, comunque, non sono affatto rassicuranti: se infatti la prognosi parla di 45 giorni, è anche vero che i sanitari sono in attesa di capire se – ed è un’eventualità che ci auguriamo possa essere scongiurata – il cameriere possa aver riportato danni irreparabili a un occhio.

All’origine dell’aggressione un presunto apprezzamento alla donna di uno dei due napoletani. Un 35enne e un 37 enne già noti alle forze dell’ordine denunciati per lesioni gravissime

Sul posto, ovviamente, sono intervenuti anche i carabinieri della Stazione di Ischia, guidati dal luogotenente Michele Cimmino. I militari hanno provveduto a identificare i due aggressori che sono stati denunciati in stato di libertà all’autorità giudiziaria con l’accusa di lesioni gravissime. I due fratelli, sono stati anche proposti per il foglio di via obbligatorio che verosimilmente sarà firmato senza alcun dubbio dal Questore di Napoli. Ovviamente i due napoletani e le rispettive famiglie sono stati “invitati” dai militari dell’Arma a lasciare l’albergo nel quale alloggiavano unitamente ai loro familiari: impensabile, dopo quanto successo, che potessero proseguire la loro vacanza all’interno della struttura ricettiva.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

2 Commenti
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Livio

Gli ischitani prima di lamentarsi farebbero bene a non affittare a queste bestie le case!

Carlo

È evidente che gli ischitani fittano a nero le loro abitazioni, spesso anche abusive. Ma Sig. Livio, l’episodio in questione si è consumato in un ristorante di un hotel, tra un cameriere e gli ospiti dello stesso hotel.

Back to top button
2
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex