CRONACAPRIMO PIANO

Forio e il carro gru, Iacono accusa

L’ex consigliere comunale “spara” contro il ricorso sistematico ed eccessivo al mezzo utilizzato per la rimozione delle auto ed accusa il sistema politico, minoranza compresa. Poi dice: “Basta mortificare la gente”

E’ stato uno dei “must” dell’estate all’ombra del Torrione e non è un caso che il ricorso frequente al suo utilizzo abbia fatto scatenare il dibattito e anche la polemica politica. Parliamo del carro gru che in quel di Forio ha rimosso auto e auto con una continuità impressionante con la cittadinanza che ovviamente storce il naso dinanzi a rimozioni forzate che diventano poi anche un “salasso” per le proprie tasche.

Sulla vicenda è intervenuto anche l’ex consigliere comunale (e in odore di candidatura a sindaco alle prossime amministrative del 2023) Vito Iacono il quale ha postato alcune foto che riguardano un intervento del carro attrezzi accaduto martedì sera intorno alle 22.40. Iacono accompagna le immagini ad un eloquente commento: “Non dubito circa la legittimità dell’intervento, c’è un segnale e va rispettato. Mi interrogo solo sulla opportunità e sulla utilità. Ed immagino, anzi sono sicuro sia solo una coincidenza che il tutto avvenga dopo le 22, ora dalla quale parte un ulteriore agio a favore della ditta e non ci sia una complicità di chi fino a quell’ora aveva responsabilità di vigilanza dell’area in attesa dei colleghi del carro gru”. E nel passaggio successivo parte l’attacco mirato alla politica e non soltanto all’amministrazione del sindaco Del Deo ma anche alla minoranza. Scrive infatti Iacono: “Ed è imbarazzante il silenzio della politica, anche di quella di finta opposizione sulla imbrogliopoli foriana. Dal porto ai rifiuti, dal Green flash ai lavori pubblici. La politica si fa con i fatti e gli atti. Non con i post magari per compiacere qualche elettore arrabbiato. Ma d’altronde sono due facce della stessa sporca medaglia. Tutta questa gente qua li hanno portati loro, insieme”.  

Iacono chiude anche con una proposta che intende lanciare laddove dovesse riuscire a vestire la fascia tricolore del Comune turrito: “Appena insediato promuoveró la costituzione di commissioni di inchiesta su tutti gli affidamenti ed i concorsi, presiedute ovviamente dall’opposizione. Questo paese ha bisogno di verità e di trasparenza su tutto … anche sulle modalità di gestione del servizio di rimozione.

Non sono affascinato dalla ricerca di responsabilità se non di quelle politiche di chi amministra questo paese. Una questione di civiltà, ma soprattutto di rispetto delle tante intelligenze offese, delle troppe competenze e sensibilità mortificate, delle tante violenze subite dalla nostra gente”.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex