Statistiche
POLITICA

FORZA ITALIA Vitiello: chi attacca De Siano, attacca Berlusconi

“Il Presidente Berlusconi ha rinnovato la fiducia al senatore De Siano che resta il Coordinatore regionale di Forza Italia in Campania. Dunque, chi attacca De Siano, attacca Berlusconi. Peggio, lo delegittima: un errore clamoroso ancor più se arriva da chi invoca strumentalmente il rinnovamento provando a mettere sotto al tappeto una storia amministrativa a dir poco imbarazzante. Meglio sarebbe che chi oggi si espone a considerazioni deliranti che mettono in discussione addirittura le decisioni del Presidente Berlusconi, si impegni a fare opposizione a De Luca, anziché nascondersi dopo aver flirtato politicamente con il presidente della Regione lasciando il ruolo di opposizione a Giletti. Bisogna respingere con forza chi vuole ancora pubblicamente giocare a distruggere il partito mentre dietro le quinte prova a chiudere accordi con De Magistris e De Luca: questo metodo ci ricorda quanto facevano in passato alcuni consiglieri regionali, ispiratori degli attacchi odierni, che provavano a dar vita ad un consociativismo senza precedenti con la giunta Bassolino. Chi vuole bene a Forza Italia segue lealmente le indicazioni del presidente Berlusconi e si rimbocca le maniche per aprire il partito alle forze civiche e produttive, come indicato dal senatore De Siano”.  Lo afferma il coordinatore regionale campano di Forza Italia Giovani Michele Vitiello, per il quale “mai come oggi dovrebbe essere chiaro a tutti che il tempo degli attacchi personali, dei conflitti e del divide et impera è tramontato”.

“Per quanto ci riguarda – sottolinea il leader dei giovani di Forza Italia in Campania – Forza Italia Giovani crede nel lavoro di De Siano e dell’attuale classe dirigente che ci ha sempre dato spazio nell’ascolto accogliendo non di rado suggerimenti, idee e contributi”.

Articoli Correlati

Un commento

  1. Evidentemente il “paliatone” non è bastato….noi del centro destra continueremo a non andare a votare o votare De Luca che è più liberale di tanti che si professano tali….

Rispondi

Back to top button