ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Furto al Bar Vittoria, le telecamere individuano il responsabile

ISCHIA – La società sta cambiando e quello che è accaduto lunedì in un noto bar del centro di Ischia ne è la prova. A raccontarlo è Cesare Di Scala proprietario del Gran Caffè Vittoria che ha affidato al web lo sfogo di un imprenditore che da anni ormai ne ha viste davvero di tutti i colori. I protagonisti della scena sono un ragazzino rom e un gruppo di ragazzi “figli della buona borghesia. «È da qualche tempo che un bambino rom si aggira tra i tavoli dei bar e dei ristoranti del Corso,cercando di vendere oggettini ed amuleti vari. È vivace,risulta ai più anche simpatico,comunque mai eccessivamente petulante. Nonostante consapevoli che un bambino,costretto dai genitori,non debba impiegare tempo per questuare anziché dedicarsi ad attività più consone alla sua età,ne tolleriamo l’invadenza. E nient’altro potremmo fare, anche volendo. Stasera all’imbrunire si avvicina trafelato alla cassa un giovanotto che mi spiega che mentre era seduto ai nostri tavoli si è accorto di non avere più il portafoglio che aveva appoggiato su una sedia. Riferisce con convinzione di sospettare fortemente di quel bambino che si era avvicinato al gruppo nel mentre consumavano cercando
di procacciarsi il solito “obolo”. Immediatamente attivo la registrazione dell’impianto di video sorveglianza e coadiuvato dallo stesso cliente e da uno dei camerieri,che mi consentivano di accelerare le operazioni di ricerca, cerco di risalire all’episodio del misfatto,da imputare all’oramai certo ladro. Cosa che,con un po’ di fortuna, mi riesce in breve tempo ed altrettanta facilità,essendo il tavolo ben inquadrato. Il misfatto è individuato ed anche il malfattore. Ma non si trattava del bambino rom. Bensì di uno degli amici seduto anch’esso e che aveva con destrezza sfilato il portafoglio all’ignaro compagno di gita. I pregiudizi a volte sono duri a morire,ma la tecnologia può talvolta aiutare. Non erano i ragazzi in questione i tanto vituperati  “maomao”, ma figli della buona borghesia». Un piccolo, ma significativo contributo contro i pregiudizi che of-
fre a tutti noi un reale spaccato su una società che va sempre di più verso il degrado. ISPU

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close