ARCHIVIO 4CULTURA & SOCIETA'

Giornata internazionale della Guida turistica: Ischia c’è!

Di Isabella Puca

Ischia – Il 21 febbraio di ogni anno in tutto il mondo si celebra la Giornata Internazionale della Guida Turistica, istituita nel 1990 dalla World Federation of Tourist Guide Associations e promossa in Italia dall’Associazione Nazionale Guide Turistiche.  Guide turistiche abilitate, facenti parte di associazioni locali,  metteranno la propria professionalità a disposizione del pubblico, offrendo visite guidate gratuite a istituti e luoghi della cultura. Si focalizzerà l’attenzione su monumenti molto noti ma anche su beni poco conosciuti ed aperti eccezionalmente ai visitatori, con l’intento di divulgare la conoscenza di siti non oggetto dei grandi flussi turistici. Quest’anno anche Ischia rientra nel circuito campano e, in concomitanza con la Giornata Internazionale della Guida Turistica, le guide abilitate della Regione Campania propongono una serie di visite gratuite, offrendo la loro professionalità per una buona causa, una raccolta fondi per l’ AGOP (Associazione Genitori Oncologia Pediatrica).  Giovedì 21 e Sabato 23 Febbraio ore 10.00 la visita è al Rione Sanità, antica necropoli greco- romana e nel 1700 area prediletta della nobiltà napoletana. Un percorso tra arte e mistero che si snoda dal colorato Borgo dei Vergini, passa per gli storici palazzi dello “Spagnuolo” e Sanfelice e termina al Cimitero delle Fontanelle. Appuntamento: ore 10.00 a Porta San Gennaro.  Sabato 23 Febbraio ore 10.00 e ore 11.30 la visita guidata è, invece, al percorso multimediale ” Il Cartastorie” Archivio Storico del Banco di Napoli: fatti e personaggi che hanno segnato la storia di Napoli dal 1500 al 1800.
Appuntamento: ore 10.00 e ore 11.30 a Via dei Tribunali, 214 – Costo ingresso al Museo: Euro 5,00. La tre giorni chiude a Ischia Domenica 24 Febbraio alle ore 10.00 con la Visita al Museo Archeologico di Pithecusae a Lacco Ameno. Scrigno della storia di Ischia, un viaggio nel primo insediamento greco nel Mediterraneo. Appuntamento: ore 10.00 alla biglietteria del Museo- Costo ingresso al Museo: Euro 1,00 residenti; Euro 5,00 non residenti.  Per info e prenotazioni sarà possibile contattare le guide  Ilaria Di Meglio (3396354458 – dimeglioilaria@gmail.com) e Giovanna Ferrandino (3391025778 – giovanna.ferrandino@gmail.com) . La prenotazione è obbligatoria e si può chiamare dal Lunedì alla Domenica dalle ore 09.30 alle ore 18.30 oppure inviare sms o whatsapp. Fu nel 2016 la prima volta che a Ischia venne proposta  la giornata grazie all’impegno della guida Ilaria Di Meglio. Dopo aver indicato la nostra isola, in modo particolare il sito archeologico di Villa Arbusto, all’ Associazione guide turistiche della Regione Campania, e averne dato notizia sui media e sui Social, l’entusiasmo della gente fece il resto. In più di 40 si prenotarono per la visita guidata e, se la Sovrintendenza non avesse dato un limite per motivi di sicurezza, probabilmente, sarebbero stati molti di più. Tra i fruitori di questa splendida iniziativa qualche turista, famiglie e soprattutto molti giovani ischitani, ignari che la loro isola potesse offrire tanto dal punto di vista culturale. «Devo dire – ci raccontò Ilaria entusiasta di come andò la giornata – che quando ho proposto Ischia, durante il mese di febbraio, per un attimo ho avuto paura che potesse essere un flop e invece, da subito mi hanno tempestato di telefonate. Avevo un limite di 20 persone a gruppo per motivi di sicurezza e ne ho dovuti formare due, qualcuno purtroppo è rimasto fuori, ma è un bene che si faccia più attenzione. Il sito va tutelato prima di renderlo fruibile a tutti».  Molti i giovani che sono rimasti sorpresi di quanto la nostra isola abbia da offrire a livello culturale. Qualcuno tra loro aveva già  sentito  parlare del sito archeologico di Pithecusa, ricordi sfocati di gite scolastiche quando, forse, si è ancora troppo piccoli per apprezzare ciò che abbiamo. Le persone che accolsero l’invito delle guide turistiche capirono  l’importanza di far visita a un museo accompagnati da una guida turistica, un ruolo fondamentale, oggi ancora di più, dinanzi alle notizie fruibili a tutti, ma in modo sempre più frammentario. Il ruolo della guida non deve essere mai autoreferenziale, non deve fare sfoggio di ciò che sa, ma capire chi ha davanti e rendere le cose fruibili a tutti.  «La giornata – ci spiegò Ilaria – nasce proprio per far capire questo. Le guide di tutto il mondo il 21 febbraio danno la loro professione gratuitamente per far sì che al gente capisca l’importanza di questa figura fatta da chi è del mestiere e non da un abusivo». Professione delicata quella della guida turistica che occorre rispettare e preservare, a farlo devono essere soprattutto le istituzioni, i tour operator e quanti si muovono nel campo, lasciando spazio solo ai professionisti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker