CULTURA & SOCIETA'

Gran Concerto di Natale a cura dell’associazione Genitori Autismo

L’evento è promosso in collaborazione con SCISAR e l’istituto comprensivo V. Mennella con patrocini istituzionali e grazie ad una forte cordata di sensibili sponsor

Oggi venerdì 13 dicembre 2019 Genitori Autismo Onlus propone in collaborazione con SCISAR Formazione in Musica e Musicoterapia e l’Istituto Comprensivo V. Mennella, con patrocini istituzionali, e grazie ad una forte cordata di sensibili sponsor la Seconda Edizione del Gran Concerto di Natale. La serata vuole essere un prestigioso e variegato spaccato artistico con cui interfacciarsi con l’isola e i suoi sensibili isolani. Proprio con la Musica si racconterà la vita e si renderà omaggio alla stessa con espressioni diverse accomunate dal Suono, mediatore dal forte impatto emotivo, a cui GENITORI AUTISMO ONLUS ha deciso di affidarsi dallo scorso anno, inaugurando l’Ambulatorio di Musicoterapia Territoriale “Isola d’ Ischia”. Il Gran Concerto di Natale è articolato in due parti. La prima è a cura dell’Orchestra dell’Istituto Comprensivo V. Mennella e di Mudarteca by SCISAR, la seconda a cura di ELEK3.

L’Orchestra dell’Istituto V. Mennella aprirà il concerto con un repertorio classico e natalizio, metterà in luce la bravura dei giovani musicisti in formazione, la professionalità dei docenti e offrirà lo spunto per parlare delle esperienze di inclusione che GENITORI AUTISMO ONLUS sta realizzando, per i suoi bambini e ragazzi, in questa sensibile scuola. A seguire Mudarteca, la compagnia pluriespressiva di SCISAR formata da ragazzi fragili e artisti/terapisti, presenterà la performance “Fattore di fragilità” con la potente musica dal vivo del Trio Elek3.

SCISAR PROJECT

“Fattore di fragilità” è una performance di teatro-danza in quattro parti, ideata da Carolina Carpentieri e coreografata da Valentina Baruffo, in cui grazie alla forte dimensione espressiva, all’utilizzo di simboli e ad una sequenza straordinaria di musica classica arrangiata in chiave moderna, si mette in scena la fragilità con i suoi spazi di sofferenza, ma anche con la sua affannosa ricerca di identità e di contatto.

1. Le catene dell’Io

2. La maschera dell’Io

3. Lo sguardo dell’Io

4. Il contatto dell’Io.

Il lavoro è un omaggio a GENITORI AUTISMO ONLUS e al mondo della fragilità che tenta in tutti i modi, giorno dopo giorno, progetto dopo progetto, fatica dopo fatica, di trovare spazi significativi di inclusione, in cui permettere al singolo di affermare la propria identità e vivere con quello slancio che forse il destino gli aveva negato. Carolina Carpentieri, la regista di Fattore di fragilità – radicata da vent’anni nella lingua e nell’universo emotivo della disabilità per raccontare e restituire la voce a persone che, nella società e nella storia, non ne hanno – è una tra gli esponenti più importanti della musicoterapia italiana che attraverso la Musica e l’Arte racconta la fragilità, la sconfinata solitudine, la vitalità e la tenacia delle Persone fragili e delle loro famiglie. L’artista, pianista e musicoterapeuta, chiede al pubblico di trasformarsi in attori o meglio in spettatori dello sguardo con la loro osservazione, riflessione, partecipazione emotiva.

L’esperienza artistica che la Carpentieri propone fa vivere alla platea, ovvero agli spettatori dello sguardo, un processo di deduzione attraverso le stazioni del movimento interiore del gruppo in scena che vive, pulsa, si rivela, si esprime e fa ARTE. La seconda parte è un bellissimo concerto di ELEK3. Il trio elettronico proporrà un viaggio nella musica con una rassegna di brani famosissimi arrangiati in chiave moderna e con una dinamica fortissima che abbaglierà la platea. Il programma è caratterizzato da un’energia e una dinamica che si materializzano come luce che arriva direttamente al cuore. C’è anche esplicitamente una lotta al tempo, perché musiche del repertorio classico e di quello moderno si avvicendano sfidando il concetto di stile e contemplando solo quello di Musica, aldilà di tutti i tempi.

Elek3 nasce dall’idea di 3 giovani musiciste che, con i loro strumenti ad arco elettrici, il loro virtuosismo, il loro entusiasmo e la loro passione, portano in chiave moderna composizioni di ieri e di oggi. Sono 3 donne, ormai famose in tutt’Italia, con 3 caratteri diversi: Simona Sorrentino violinista, Angela Cirillo violinista e Gabriela Ungureanu violoncellista. Sono 3 anime, che calcano palcoscenici importanti, con variegate sfumature e sfaccettature definite da 3 vissuti diversi ma con un denominatore comune: l’amore per la loro musica. Il loro motto? Stay tuned! Il loro obiettivo? Colpire il pubblico con un forte impatto emotivo per far sì che la Musica arrivi chiara e forte al cuore di tutti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close