LE OPINIONI

IL COMMENTO Il bar al carcere di Punta Molino

Non mi dite che mi sono fissato su questo problema, perché essendo vero, soffro. Sicuramente siete stati a Ravello a sentirvi qualche concerto di musica. Io sono convinto che ascoltare musica dal vivo, una chitarra, un mandolino, un violino, una arpa, un concerto da camera al Carcere mi darebbe la stessa sensazione che provo a Ravello. Ci possiamo permettere di avere un luogo così sublime affidato ad una Associazione come quella del Largo dei Naviganti? Con delibera 170 del 14/07/2006 il Sindaco Peppe Brandi e la sua Giunta davano in comodato d’uso il favoloso cespite alla suddetta associazione. L’associazione nei primi anni svolse molte attività come mostre, convegni ecc. Come succede spesso ad Ischia man mano che passa il tempo scemano le cose e ultimamente, è una mia impressione, di notevole, ma non so di quanto culturale,è rimasta la sola festa della Bambinella. Il comodato aveva la durata di 4 anni e contemplava dieci capitoli di DOVERI da parte dell’associazione CULTURALE. Alla scadenza del comodato il cespite doveva tornare per forza e senza resistenza da parte dell’Associazione al Comune.

E’ stato rinnovato il comodato? Alla fine del comodato sono state riscontrati i doveri da parte dell’associazione per ottenere il rinnovo dello stesso?  Devo dar atto all’intuito degli associati di aver lanciato il Festival dei Popoli del Mediterraneo.

E’ una bomba culturale Il Sindaco perchè non si attiva o con l’associazione o con altre persone a dare visibilità ad un avvenimento come quello proposto dall’ associazione Largo dei Naviganti?

Mi dicono che nell’Amministrazione si vorrebbe evitare di mettere una buvette dentro il CARCERE, preferendo la baracca all’esterno, perchè i nuovi comodatari potrebbero trasformare l’interno solo in un bar. Scuse se pensiamo che il Sindaco, da ottimo commercialista che è,potrebbe fare le cose che vanno bene per tutti. Io ci spero. Una arpa birmana da ascoltare tra non molto al CARCERE?

Annuncio
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close