LE OPINIONI

IL COMMENTO La tassa (esosa) sui rifiuti e l’assenza di risposte

Credo conosciate tutti la storia del lupo e del guardiano di pecore. Ebbene a furia di gridare “al lupo al lupo”, ecco che all’improvviso (ma nemmeno tanto, a ben pensarci) il lupo è davvero arrivato. Anche se, e questo stupisce non poco, nessuno davvero vuole crederci. Per anni gli albergatori hanno gridato, protestato, fatto ricorsi per la tariffa troppo alta della tassa sui rifiuti urbani e oggi, che non riescono più a pagarla, non vengono più considerati (creduti). Inutile sottolineare che le conseguenze sono davanti agli occhi di tutti, ma quelle a venire potranno essere ancora peggiori ed avere effetti a dir poco devastanti.

Quindi, questo mio appello (ma forse sarebbe meglio chiamarlo grido di dolore) rivolto agli amministratori chiedendo loro di rivedere verso il basso le tariffe per gli imprenditori alberghieri, è un SOS che definire disperato è davvero un eufemismo. Ma, visto che mi hanno chiesto di parlarne, lo faccio, nella speranza che qualcuno che ha il potere di fare qualcosa si renda conto della emergenza non più procrastinabile. Sono stati fatti degli studi che sostengono che solo facendo il compostaggio sull’isola dell’Umido si potrebbe risparmiare il 30%. Che mettendo insieme le sei municipalità e gestendo il servizio in maniera ottimale e soprattutto sinergica, potrebbe arrivare un ulteriore risparmio del 10%. E ancora, c’è chi sostiene (e certo non gli si può dare torto), che incrementando la raccolta differenziata e perfezionandola si risparmierebbe ancora un 5%.

Se proviamo a fare due conticini, ci renderemo conto che non parliamo a conti fatti di due bruscolini. Lo scontato e nel contempo inquietante quesito è allora il seguente: perché non si procede in questa direzione? Possibile che dobbiamo essere così mentalmente arretrati, ignavi, inconsapevoli? Oppure forse bisogna pensare che qualcuno è in malafede? Qualcuno ruba? Qualcuno è inadatto al ruolo? Per favore, anzi per pietà, qualcuno mi dia una risposta.

* IMPRENDITORE ALBERGHIERO

Annuncio
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close