Statistiche
LE OPINIONI

LA RIFLESSIONE La penna è più forte della spada

Mizar mi ha fatto l’onore di intitolarmi un articolo sul Golfo in cui mi sprona a fare qualcosa di “tangibile” , di agire, di impegnarmi “fisicamente” con il gruppo di giovani albergatori e così influenzare le scelte politiche di Ferrandino e Del Deo.

Questa è la mia risposta:

Caro Mizar, hai ragione, l’associazione potrebbe fare moltissimo, perchè rappresenta il 90% del fatturato dell’isola e della forza lavoro. Ho scritto un saggio per far capire ai miei colleghi quello che tu hai sintetizzato nell’articolo ma non ho avuto nessun riscontro, addirittura l’allora presidente degli albergatori invece di aprire un dibattito, invitarmi a parlare, rendere pubblico il mio lavoro e inoltrarlo ai soci, lesse solo le prime due/tre pagine. Allora, se avessi trovato l’appoggio di qualche mio collega (uno almeno), probabilmente mi sarei impegnato anche “fisicamente” per riformare l’associazione e il “prodotto Ischia”. Capii che il compito di portare avanti le mie idee era arduo e difficile e che avrebbe richiesto sacrifici, lavoro e tempo e magari il pericolo di non essere capito e di scontrarmi con colleghi non pronti e non inclini ad un cambiamento. Queste considerazioni, il fatto che per indole odio scontrarmi con chicchessia, il fatto di aver già poco tempo per me stesso e le mie passioni, ( il lavoro mi assorbe davvero moltissimo, troppo direi) mi ha fatto decidere che il mio contributo al dibattito e alla crescita dell’isola è scrivere e analizzare le questioni. È poco? È inutile? Lascia il tempo che trova? Probabilmente si, ma meglio di una totale indifferenza di tanti altri mie colleghi e Ischitani. E poi caro Mizar, la penna a volte è più forte della spada. Domani poi chissà.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x