CULTURA & SOCIETA'

Il Comune di Ischia premia alla memoria la maestra Franca Barile, apprezzata educatrice scolastica

UNA STORICA TESTIMONIANZA SCRITTA DI SUO PUGNO DELLA MAESTRA FRANCA BARILE LASCIATA ALL’ISTITUTO SCOLASTICO - L’ultima sua presenza al Primo Circolo Didattico G. Marconi di Via Casciaro a Ischia in quella che è stata la sua scuola che l’ha vista amata ed apprezzata insegnante di varie generazioni di ragazzi, fu in un radioso giovedi 28 maggio del 2015. Fu l’occasione in cui la maestra quasi novantatreenne potè seguire ed ammirare la mostra di fine anno del “Progetto senza zaino”, lasciando una sua storica testimonianza di gradimento scritta di suo pugno che volentieri riportiamo

17 / 100

Attestato di riconoscimento alla memoria, dei suoi meriti in vita nel sociale, nella scuola e nella e nell’ attività politica per la indimenticabile maestra Franca Barile. A premiare è stato il sindaco di Ischia dott. Enzo Ferrandino che a nome dell’Amministrazione di cui è guida, ha consegnato ai familiari la pergamena ricordo con la seguente motivazione: “La Maestra Franca Barile instancabile educatrice di generazioni di studenti, donna appassionata,volitva e tenace, già amministratrice del Comune d’Ischia, a lungo collaboratrice dell’ indimentcabile sindaco Vincenzo Telese. L’Amministrazione Comunale di Ischia con gratitudine e commosso ricordo” –

FRANCA BARILE DATTILOGRAFA PROVETTA PER TELESE

La toccante cerimonia di consegna ha avuto luogo nei giorni scorsi presso la sala consiliare del Comune alla presenza commossa di familiari, di ex alunni della Maestra e di amici. Franca Barile, ultima rimasta della larga e operosa famiglia (Cristina, Franca, Lucia, Michele, Giovanni, Vincenzo e Antonio) di Mast’Antonio e Angela Barile, per poco non ha festeggiato il centenario. Se ne è andata oltre un mese fa alla veneranda età di 99 anni, lasciando a chi saprà fare tesoro dei suoi eccellenti esempi di vita, utili insegnamenti da educatrice scolastica prima e da politico dopo negli anni in cui Ischia era partecipe del boom economico, sociale e turistico della nazione. All’ingresso di casa propria, non per vanità, ma per giusta informazione storica, incorniciato, esposto alla parete, un ritaglio di giornale dell’epoca così parla di Lei: “Per la prima volta nel comune d’Ischia, si presenta come candidata alle elezioni amministrative una donna, la signorina Barile Franca di Antonio. La Barile è candidata nella lista D.C. con capolista il comm. Telese Vincenzo. Ella si diplomò. Dal 1949 al 1958 impiegata presso il comune, ufficio ragioneria, quale applicata di segreteria. Vincitrice di concorso magistrale a Roma. Per un anno è stata ad Aleavano Romano e attualmente insegna a Ischia.

LA MAESTRA FRANCA BARILE

La signorina Barile è una donna che gode di larga stima e simpatia dell’elettorato, per aver durante il periodo di impiegata, soddisfatto le esigenze del pubblico, interessandosi di tutto e di tutti. Alla giovane candidata non resta che formulare i nostri più sentiti auguri”.L‘ultima volta che l’indimenticabile maestra Franca Barile ha messo piede al Marconi primo Circolo Didattico di Ischia, in quella che è stata la sua scuola che l’ha vista amata ed apprezzata insegnante di varie generazioni di ragazzi, fu un radioso giovedi 28 maggio del 2015. Fu l’occasione in cui la maestra quasi novantatrenne potè seguire ed ammirare la mostra di fine anno del “Progetto senza zaino”. “Ho visto, con mia grande gioia, testi,disegni, manufatti, foto, video, ed altro, dirà soddisfatta dopo Franca Barile che aggiunge: . I lavori sono stati eseguiti dagli alunni diretti dai loro bravissimi insegnanti”. Quel progetto di sette anni fa fu promosso da IRRE Toscana e fu inizialmente nella città di Lucca. Ad Ischia è stato promosso ed attuato dalla dinamica dott.ssa Lidia Gentile, dirigente scolastica al Marconi.

LA NIPOTE LINA E IL SINDACO ENZO FERRANDINO MOSTRANO L’ATTESTATO ALLA MEMORIA PER LA MAESTRA FRANCA BARILE

Su quella iniziativa didattica Franca Barile ha lasciato la seguente testimonianza scritta di suo pugno quale documento per la storia deol Circolo Didatrtico di Ischia,che noi volentieri riproponiamo: “Questo progetto, ha scritto la maestra Franca Barile, ha voluto offrire agli alunni una panoramica di idee ed un confronto di opinioni tra il presente ed il passato suggerendo ad essi un modo moderno e funzionale di osservare ed apprezzare tutto ciò che apprendono a scuola e li circonda. Questo progetto, per me, è una valida guida per gli alunni, che li porta a scoprire i vari elementi che fanno parte del proprio ambiente ed alla riflessione sulla loro esperienza personale attraverso una raccolta di varie immagini e disegni per argomento e per stile guidandoli anche alla scoperta dei meccanismi della lingua. Inoltre questo progetto dimostra, nelle varie parti che lo compongono, un forte spirito di aggregazione e possibile realizzazione di una scuola che costituisca veramente un ambiente significativo di apprendimento e che ponga le basi per un processo di conoscenza continuativo e successivo, fornendo ad ogni alunno strumenti ed occasioni all’apprendimento.

Questo è il principale obbiettivo della nostra scuola. Approvo, pienamente, l’abolizione dello zaino dalle spalle dei ragazzi e ne sono contenta perché quando insegnavo io, a causa del peso che provocava lo zaino sulle spalle alcuni ragazzi si ammalavano di scoliosi e spesso veniva un medico da Napoli per sottoporre gli alunni a visita medica e dava la cura adatta a quelli affetti da scoliosi per sconfiggerla. Consiglierei anche ad altre scuole di seguire l’esempio della scuola “G. Marconi” per un rinnovamento generale onde promuovere: autonomia, partecipazione e responsabilità. I miei più vivi complimenti alla dinamica e bravissima dott.ssa Lidia Gentile dirigente scolastica del I circolo didattico che ha promosso ed attuato questo interessante e bel progetto. Ancora complimenti ai bravissimi insegnanti Di Meglio Giovanni ( che è stato mio alunno e a cui invio un abbraccio), Conte Gloria, Di Meglio Annamaria, Trani Carmela, Buono Agata, Di Meglio G.Giuseppe e tutti gli altri colleghi operanti per l’educazione dei nostri bambini frequentanti la scuola “G. Marconi”, che con competenza, passione ed abnegazione esercitano la loro sublime professione ed hanno attuato questo costruttivo progetto. Invio i miei più cordiali saluti ed auguri per il loro arduo e bellissimo lavoro alla sign.ra Dirigente, agli insegnanti e ai collaboratori del personale ATA (tra i quali c’è un mio ex-alunno, Trani Francesco, a cui vanno i miei baci). Viva la scuola “G. Marconi”! Affettuosamente, insegnante in pensione Franca Barile ved. Paliotta”

Ads

Foto di Giovan Giuseppe Lubrano Fotoreporter

Ads

antoniolubrano1941@gmail.com

info@ischiamondoblog.com

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex